New York ancora sù, la liquidità torna sull’azionario

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Luglio 2016 | 16:23
Indici azionari in ulteriore crescita a New York, come già visto stamane in Asia e in Europa. La liquidità sembra voler lasciare i porti sicuri in cui si era rifugiata, tanto che calano T-bond e oro, mentre torna a salire il petrolio

ANCHE NEW YORK PROSEGUE IL RIMBALZO – Anche Wall Street si accoda ai listini asiatici, che stamane hanno festeggiato le dichiarazioni del premier giapponese Shinzo Abe intenzionato a varare nuovi stimoli a supporto della crescita, ed europei, che vedono scattare nuove ricoperture sui finanziari e sui titoli ciclici. Così dopo i primi scambi il Dow Jones segna +0,36%, l’S&P500 guadagna lo 0,55%, il Nasdaq è positivo dello 0,48% mentre le small cap del Russell 2000 salgono dello 0,85%.

BOND E ORO IN CALO, LA LIQUIDITA’ LASCIA I PORTI SICURI – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sull’1,48%, risentendo dell’ulteriore fuoriuscita di liquidità che si era parcheggiata sui bond in cerca di un porto sicuro nelle scorse settimane. Sale anche il rendimento del trentennale, che torna sul 2,20%. L’oro cala a sua volta a 1.344,10 dollari l’oncia (12,5 dollari sotto la chiusura di ieri), l’argento è indicato a 20,42 dollari (11 centesimi di recupero) e il petrolio si riporta sui 45,63 dollari al barile, 87 centesimi sopra il fixing della vigilia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, oro: boom di acquisti per le banche centrali

Investimenti: l’inflazione tornerà a far brillare l’oro

Mercati, oro: la Polonia vuole aumentare le riserve

NEWSLETTER
Iscriviti
X