Rcs, l’offerta di Cairo fa breccia tra i fondi

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Luglio 2016 | 10:55
Cairo Communications raccoglie le adesioni dei fondi Antares e Nextam Partners, segnale importante del possibile maggior gradimento dell’Opas da parte degli investitori istituzionali rispetto all’offerta di Investindustrial e dei soci storici

RCS, L’OFFERTA DI CAIRO CONVINCE I FONDI – Dopo “colpo” a favore di Urbano Cairo nella disfida per il controllo di Rcs Mediagroup: sia i fondi Antares (3,5% di Rcs), sia quelli di Nextam Partners (3%, ancora non registrate) hanno infatti aderito all’Opas di Cairo Communication. Secondo le adesioni pervenute fino a ieri sera, l’Opas aveva già raccolto adesioni per 58,93 milioni di azioni pari all’11,29% del capitale di Rcs.

CORDATA INVESTINDUSTRIAL AL 28% – All’Opa della cordata di soci storici riuniti da Investindustrial ha invece aderito finora un totale di 15,9 milioni di titoli Rcs pari al 3,93% del capitale della casa editrice che, sommati ai titoli degli stessi soci storici portano al 28% la quota detenuta complessivamente dalla cordata guidata da Andrea Bonomi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rcs: doppio colpo per l’Opas di Cairo Communications

Rcs boom: +16,2% a 99 centesimi dopo ultimi rilanci

NEWSLETTER
Iscriviti
X