Fiat Chrysler Automobiles e le banche tornano a cedere, bene Saipem

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Luglio 2016 | 17:45
Giornata che vede nuove prese di profitto sul comparto bancario e su Fiat Chrysler Automobiles, colpita dall’avvio di un’inchiesta negli Usa. In luce tra le blue chip il titolo Saipem, che risale a 43 centesimi per azione

MILANO LIMITA IL CALO SUL FINALE – Piazza Affari vive una seduta sottotono, ma riesce sul finale a limitare i danni, nonostante il riaffiorare di prese di profitto sul comparto bancario dopo una sentenza della Corte di Giustizia Ue favorevole all’applicazione della normativa sul “bail in”. A fine giornata il Ftse Mib cede lo 0,53%, il Ftse Italia All-Share segna -0,44% e il Ftse Italia Star perde lo 0,51%.

SAIPEM IN EVIDENZA, MALE FCA E MPS – Tra le blue chip riprende la corsa di Saipem, che chiude la giornata in salita di oltre 2 punti a 43 centesimi per azione. Rialzi superiori al punto percentuale anche per Recordati e Yoox Net a Porter, mentre Fiat Chrysler Automobiles cede il 3,39% dopo l’avvio di un’inchiesta negli Usa relativa alle pratiche di vendita del gruppo. Chiude in calo di otre il 3% anche Mps, mentre Bpm, Unipol e UnipolSai contengono le perdite tra l’1,8% e l’1,6% a fine giornata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti