Deutsche Bank e Credit Suisse rimosse dall’indice per punizione

A
A
A
di Redazione 8 Agosto 2016 | 07:47

Cosa succede quando uno dei maggiori indici in Europa non riesce a salire semplicemente perché due dei principali costituenti, non tanto per capitalizzazione di mercato ma più in termini di importanza sistemica, non riescono a recuperare terreno? Si rimuovono dal paniere, risponde Tyler Durden su Zero Hedge, anche se i due nomi in questione sono due delle maggiori banche europee: Deutsche Bank e Credit Suisse.

Ed è proprio quello che ha annunciato il primo agosto Stoxx ltd, società che gestisce l’attività degli indici del gruppo Deutsche Boerse. I due istituti di credito saranno rimossi dal paniere paneuropeo Stoxx Europe 50, che raggruppa le 50 maggiori aziende del continente, con decorrenza da oggi, 8 agosto.

La cosiddetta “Fast Exit rule” prevede infatti che un componente sia cancellato dal paniere se si classifica sotto la 75° posizione per un periodo consecutivo di due mesi. I titoli rimossi vengono sostituti dalle società ‘non component’ più alte nella classifica mensile.

Deutsche Bank e Credit Suisse saranno rimpiazzate dalla compagnia di costruzioni francese Vinci e dal gruppo tecnologico olandese Asml.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crack Green Sill, Credit Suisse contro Softbank

Credit Suisse, D’Agosta al vertice del private in Italia

Banche, quanti danni il crak Archegos

NEWSLETTER
Iscriviti
X