Unicredit in altalena in borsa, per Pioneer ci sarebbero otto contendenti

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Settembre 2016 | 10:46

UNICREDIT: OTTO OFFERTE PER PIONEER – Unicredit al centro dell’attenzione per l’attesa in merito alla cessione di una quota (o della totalità) della controllata Pioneer Asset Management, cui fanno capo masse gestite per 230 miliardi. La stampa italiana cita tra i contendenti che hanno fatto giungere in tempo utile (la scadenza era fissata ieri, ma si parla di una possibile estensione dei termini di ancora uno o due giorni) la propria manifestazione di interesse non vincolante la cordata composta da Poste Italiane, Anima Holding e Cassa depositi e prestiti, tuttora data per favorita.

ASSICURATORI E GESTORI SI FANNO AVANTI – Anche Generali avrebbe presentato un’offerta nonostante i dubbi iniziali ma mirerebbe a integrare Pioneer non tanto con la controllata Banca Generali quanto con la propria divisione assicurativa e di investimento. Altri assicuratori come Axa e Allianz, già presenti nel risparmio gestito, non si sarebbero tirati indietro, così come nomi del risparmio gestito come Amundi, Natixis e Abardeen, oltre a Macquarie mentre per il momento non sarebbero state avanzate offerte da parte di fondi di private equity.

MUSTIER PUO’ SORRIDERE – L’abbondanza di offerte giunte, da tramutare in offerte vincolanti entro fine ottobre così da tentare di concludere la cessione per fine novembre/inizi di dicembre, favorisce il tentativo di Jean Pierre Mustier di massimizzare l’incasso (si parla di una valutazione di Pioneer Asset Management non inferiore ai 3 miliardi di euro) e ridurre così l’importo dell’atteso aumento di capitale che servirà a compensare l’ulteriore svalutazione e la successiva vendita di un corposo portafoglio di Npl (attorno ai 20 miliardi secondo le indicazioni finora emerse). Intanto a Piazza Affari scattano prese di profitto sul titolo Unicredit, scivolato poco sotto i livelli di ieri dopo una partenza sprint che aveva consentito di toccare un massimo di 2,13 euro a titolo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anima Holding supera la trendline dicedente di medio termine

Anima Holding si lascia alle spalle il canale ribassista. I prossimi target tecnici

Fondi, Anima sfonda il muro del miliardo

NEWSLETTER
Iscriviti
X