Wall Street sale grazie ad high-tech ed energia, occhio alla Fed

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Settembre 2016 | 16:58

LA GIORNATA PARTE BENE A NEW YORK – Wall Street sale in attesa delle decisioni della Federal Reserve delle 20.00 di stasera, in scia ai guadagni dei titoli tecnologici e dell’energia. Dopo un’ora abbondante di scambi il Dow Jones segna +0,41%, l’S&P500 recupera lo 0,50% e il Nasdaq è indicato a +0,54%. Ne approfittano anche i listini europei che consolidano un rimbalzo visto fin dalla mattinata con Londra a +0,25% nonostante i persistenti timori di un impatto negativo della Brexit sulla crescita economica, Parigi a +0,86%, Francoforte a +0,69%, Madrid che sale dell’1,11% e Milano che segna +1,28%.

ADOBE E FEDEX BATTONO LE ATTESE – Tra le blue chip americane si mette in luce Adobe Systems, in rialzo del 6,9% dopo una trimestrale superiore alle attese di consenso che ha portato alcuni broker a migliorare il target price sul titolo. Bene anche FedEx (+6,5%), sempre grazie a utili trimestrali che hanno battuto le attese di mercato, e Juniper Networks (5,75%), mentre Netflix cede il 4,2%.

T-BOND PRUDENTI IN ATTESA DELLA FED – Qualche presa di profitto scatta sui T-bond, col rendimento sul decennale che risale sull’1,70% e quello sul trentennale torna sul 2,44%. L’oro approfitta del persistere dell’incertezza sui cambi e sul dollaro in particolare per riportarsi a 1.331,3 dollari l’oncia (13,1 dollari più di ieri), con l’argento indicato a 19,81 dollari (53 centesimi di rialzo), mentre il petrolio rimane attorno ai 43,44 dollari al barile, solo pochi centesimi sopra il fixing precedente nonostante un inatteso calo delle scorte petrolifere settimanali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Jackson Hole, parola a Powell

Banche centrali, il rischio dell’impotenza

Tassi ufficiali Usa: per Ubs resta possibile primo calo

NEWSLETTER
Iscriviti
X