Piazza Affari apre in rialzo in scia ai titoli bancari

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Settembre 2016 | 09:59

MILANO RINGRAZIA DEUTSCHE BANK E RIPARTE – Piazza Affari riparte, trainata dai titoli bancari che beneficiano del recupero messo a segno in avvio di giornata dal titolo Deutsche Bank (+3% a Francoforte), da giorni sotto i riflettori per la possibilità che la banca debba lanciare un ulteriore aumento di capitale nei prossimi mesi. Dopo i primi scambi di giornata l’indice Ftse Mib segna +1,17%, il Ftse Italia All-Share risale dell’1,14% e il Ftse Italia Star registra un incremento dello 0,9%.

LE BANCHE PRESENTANO NUOVI PIANI INDUSTRIALI – Tra le blue chip di Piazza Affari l’attenzione rimane concentrata come detto sulle banche: dopo che Mps (oggi +0,67%) ha annunciato che il nuovo piano industriale sarà presentato il 24 ottobre, Unicredit (+2,17%) segnala che svelerà il suo durante l’Investor Day a Londra del 13 dicembre, mentre secondo indiscrezioni di stampa il 22 novembre potrebbe essere Mediobanca (+1,64%) ad alzare il sipario sul nuovo piano industriale.

TERNA NON BRILLA NONOSTANTE VOCI CALO IRES – Tra gli altri titoli in evidenza dopo i primi scambi anche Banco Popolare (+2,44%), Mediaset (+2,32%) e Bper (+2,16%). Solo Terna (-0,04%) resta al momento sui livelli di ieri, nonostante l’anticipazione di una conferma, nella Legge di Stabilità che il governo si prepara a varare, della riduzione Ires dal 27,5% al 24% nel 2017, che potrebbe da sola significare un incremento degli utili anche superiore al 3% per società che si occupano di business regolati come Terna piuttosto che Snav ed Enav e attorno a tale livello per altri gruppi come Enel, A2A, Iren, Atlantia o Telecom Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank FA, sorpasso di Zurich

Banche, ricavi record per Mediobanca

Mediobanca, Caltagirone accelera e sale al 5%

NEWSLETTER
Iscriviti
X