ING controcorrente, concentra i trader a Londra

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Ottobre 2016 | 17:23

ING GROEP SOFFRE LA GIORNATA NO DEI MERCATI – ING Groep in calo del 2,69% nell’ultima parte della seduta ad Amsterdam, a fronte di listini ovunque in rosso che risentono della frenata in particolare del comparto minerario dopo l’ennesimo calo delle esportazioni e importazioni cinesi a settembre e l’apertura in rosso di Wall Street.

IL GRUPPO RAFFORZA GLI UFFICI DI LONDRA – Il gruppo olandese secondo quanto riferisce oggi Bloomberg sta cercando come molti concorrenti di tagliare i costi e razionalizzare la propria struttura ma a differenza di altre banche sembrerebbe intenzionato a concentrare a Londra i suoi staff nel comparto del trading, muovendo secondo una fonte citata dall’agenzia una sessantina di operatori finora ad Amsterdam e Bruxelles.

PROSEGUE IL PIANO DI TAGLIO DEI COSTI – La banca olandese sarebbe anche intenzionata a chiudere i suoi desk di trading sui derivati per clienti istituzionali a New York, Singapore e Bruxelles ha aggiunto la fonte, precisando che la decisione di potenziare gli uffici di Londra potrebbe essere rivista in futuro se la Brexit dovesse pesare in qualche modo sulla sua attività alla City. Il gruppo ha in programma di tagliare nei prossimi cinque anni 5.800 dipendenti (pari all’11% della forza lavoro) e accelearre la trasformazione digitale con l’obiettivo di ridurre i costi di 900 milioni di euro l’anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti