Da oggi si può comprare il nuovo Btp Italia: ecco perché può essere un affare

A
A
A
di Marco Barlassina 17 Ottobre 2016 | 08:00

A partire da oggi e fino a mercoledì 19 è possibile comprare il nuovo Btp Italia con cedola reale minima garantita dello 0,35% e un bonus a scadenza (il 24 ottobre 2024) dello 0,40%.


Come si compra

Il titolo è acquistabile sul MOT di Borsa Italiana. Ciò significa che potrà essere acquistato direttamente attraverso la piattaforma di home banking della propria banca o tramite trading online indicando il codice ISIN IT0005217762.

Il taglio minimo per acquistare i titoli è di 1.000 euro. Non sarà applicato alcun tetto massimo, assicurando la completa soddisfazione degli ordini.


Perché comprarlo in emissione

– Il bonus dello 0,40% è garantito solo per chi avrà comprato il titolo in emissione mantenendolo fino a scadenza.

– Non sono previste commissioni a carico degli investitori che compreranno il titolo in emissione.


Perché può essere un affare

– La tassazione è quella minima gravante sulle rendite finanziarie: il 12,5%.

– Non vi sono alternative valide, ad esclusione dei Btpei indicizzati all’inflazione europea per i quali però l’adeguamento all’inflazione avviene solo a a scadenza.

– Il titolo offre una cedola semestrale indicizzata ai prezzi al consumo e il capitale viene rivalutato in base all’inflazione.

– Dà l’opportunità di coprirsi da un eventuale rialzo dei tassi d’interesse nei prossimi otto anni.

– Il titolo offre una cedola reale minima garantita, utile anche nel caso l’inflazione dovesse andare in negativo.

– La volatilità del titolo è in linea teorica più contenuta rispetto a un Btp tradizionale perché il titolo sarà detenuto in prevalenza da investitori non professionali, tradizionalmente poco propensi a smobilizzare l’investimento prima della scadenza anche in caso di tensioni sui mercati finanziari, e incentivati a mantenerlo in portafoglio fino a scadenza.


L’unico dubbio

Un Btp tradizionale (non legato all’inflazione) sarebbe più conveniente nel caso negli otto anni di durata del titolo non dovesse registrarsi alcun rialzo dell’inflazione.


Il titolo è legato all’inflazione. Cosa succederebbe in caso di deflazione?

Le cedole vengono calcolate sul capitale investito e non su quello eventualmente ridotto in presenza di deflazione, con un effetto di protezione.

Alla chiusura del collocamento, il prossimo 20 ottobre, verrà comunicato il valore definitivo della cedola.

Twitter @MBarlassina_

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da SG 23 nuovi Bonus con 23 su singole azioni

Banche: ora Credit Suisse potrebbe tagliare i bonus

Certificati, da Unicredit una nuova gamma di Bonus

NEWSLETTER
Iscriviti
X