Wall Street: dopo un ottobre sottotono anche novembre parte in calo

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Novembre 2016 | 16:18

NEW YORK APRE NOVEMBRE IN PUNTA DI PIEDI – Inizio di seduta sottotono a New York, che ha terminato ottobre in calo con l’indice S&P500 a -1,9% rispetto a fine settembre, il Dow Jones a -0,9% e il Nasdaq a -2,3%. Dopo una mezzora di scambio l’S&P500 oggi segna -0,26%, il Dow Jones oscilla a -0,13% e il Nasdaq è a -0,12%, mentre le small cap del Russell 2000 perdono lo 0,56%.

PFIZER E CATERPILLAR IN CALO, BENE CHEVRON E MERCK – Tra le blue chip americane cede circa un punto Pfizer dopo una trimestrale chiusa con un utile netto in calo del 38% annuo a 1,32 miliardi di dollari, complice la cessione delle attività di terapia infusionale Hospira a Icu Medical e la decisione di sospendere lo sviluppo del per la cura del colesterolo farmaco Bococizumab. Debole anche Caterpillar, mentre sono in rialzo Chevron, grazie al rimbalzo del prezzo del petrolio, e Merck.

T-BOND, PROSEGUE RIALZO TASSI IN ATTESA DI DICEMBRE – I T-bond dal canto loro proseguono il calo, coi rendimenti che vanno risalendo gradualmente in vista del probabile ritocco dei tassi all’insù a dicembre, qualunque sia il presidente che succederà a Barack Obama. Il rendimento sul decennale tocca così l’1,85% mentre quello sul trentennale arriva al 2,59%. L’oro rimbalza a 1.289,40 dollari l’oncia (16,3 dollari meglio di venerdì scorso), l’argento è indicato a 18,45 dollari (65 centesimi di guadagno) e il petrolio a 47,08 dollari al barile, 22 centesimi sopra l’ultimo fixing di ottobre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, ecco dov’è finito l’oro dell’Afghanistan

Mercati, oro: ecco i fattori da monitorare

Mercati: oro di nuovo sugli scudi, ecco i perchè

NEWSLETTER
Iscriviti
X