Tutti dicevano il contrario, ma con Trump le Borse salgono. Ecco perché

A
A
A
di Marco Barlassina 10 Novembre 2016 | 07:43

“La vittoria di Trump spazzerà via la stagnazione”. E’ perentorio il commento di Maurizio Novelli, gestore del global strategy fund di Lemanik, una delle pochi voci fuori dal coro di coloro che dall’elezione di Trump alla Casa Bianca si aspettavano sfracelli sulle Borse di tutto il mondo. Schianti che fin qui nessuno ha visto, se è vero che le Piazze europee (tranne Milano) e Wall Street hanno salutato la vittoria di Trump con un rialzo di oltre un punto percentuale e questa mattina Tokyo è in rialzo di circa il 6 per cento.

Perché sta accadendo esattamente il contrario di ciò che la totalità degli analisti avevano predetto?

“La vittoria di Trump apre la strada a politiche economiche di stile “Reaganiano” che produrranno un aumento dei tassi d’interesse negli Stati Uniti, un rafforzamento del dollaro e una correzione generalizzata su tutto quanto è stato sostenuto dai tassi a zero”, spiega Novelli. Che nella sua analisi guarda anche più vicino a casa nostra.

“Quanto all’Eurozona, le implicazioni economiche positive arriveranno dalle conseguenze geopolitiche: ci si attende una riapertura delle relazioni con la Russia, una politica mirata a stabilizzare l’area mediterranea attraverso un accordo sulla Siria con i Russi e una stabilizzazione della Libia. I mercati finanziari Europei saranno però estremamente correlati a quelli USA che pagheranno le attese di tassi più alti in America per le prospettive di politiche fiscali espansive mirate a rilanciare la crescita dell’economia Americana che da due anni annaspa nella stagnazione”, conclude Novelli.

Anche Credit Suisse in una sua nota diffusa nella serata di ieri invita a rimanere “costruttivi” sull’azionario, ricordando che molte delle più controverse prese di posizione di Trump (dall’immigrazione al protezionismo) verranno probabilmente addolcite e che molte delle politiche annunciate (dal maggior stimolo fiscale al taglio delle imposte per le società) possono essere considerate positivamente dagli investitori in azioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

I mercati non battono ciglio di fronte all’inflazione

Borse internazionali: il quadro tecnico settimanale di Aldrovandi

Borse internazionali: il focus tecnico della settimana di Aldrovandi

NEWSLETTER
Iscriviti
X