Italgas, dopo la tempesta può spuntare il sereno?

A
A
A
di Daniel Settembre 18 Novembre 2016 | 11:38

ITALGAS, OCCASIONE D’ACQUISTO – Italgas, ai prezzi attuali (stamane il titolo oscilla sui 3,14 euro), può essere un investimento interessante? Sì secondo gli analisti di Credit Suisse che avviano la copertura sul titolo con un rating “outperform” (farà meglio del mercato) e un prezzo obiettivo a dodici mesi di 3,8 euro, equivalente ad un potenziale rialzista superiore al 21%.

UN TONFO DOVUTO AL TIMING INFELICE – Ma perché il titolo che ha debuttato lunedì scorso a seguito di scorporo da Snam ha perso in poche sedute il 25%? Perché, come ricordano gli stessi uomini di Credit Suisse, occorre essere cauti nell’investire su “servizi di pubblica utilità regolati, in uno scenario di tassi in crescita” come quello attuale. Più che dubbi sullo sviluppo del gruppo, che anzi per gli uomini dell’istituto elvetico ha buone opportunità di crescita grazie al rinnovo in corso delle concessioni di distribuzione di gas nei 177 ambiti territoriali minimi italiani, il problema sarebbe legato al timing infelice.

PER IL FUTURO IL RISCHIO SONO I TASSI – Col senno di poi si può dire che non sia stata una buona idea procedere ad un debutto proprio 24 ore prima delle elezioni presidenziali americane, il cui risultato ha accresciuto i timori di un più rapido rialzo dei tassi d’interessi in America ma anche in Europa (per quanto la Bce potrebbe ancora prolungare il quantitative easing in scadenza a marzo e di rialzo dei tassi ufficiali per ora nessuno pari, a fronte di un’inflazione che resta distante dall’obiettivo del 2% annuo). Negli ultimi 5 anni titoli come Snam o Terna hanno sempre mostrato una correlazione negativa al movimento dei tassi attorno al 90%, l’ideale nel caso di tassi in calo ma non certo di tassi in crescita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti