WisdomTree lancia un etf che punta sulle banche italiane

A
A
A
di Gianluca Baldini 28 Novembre 2016 | 15:10

WisdomTree, ha annunciato oggi la quotazione di un Boost ETP che offre esposizione alle banche del FTSE MIB. Questo prodotto consente agli investitori di gestire la propria esposizione su un settore, quello bancario, che rappresenta una parte importante del panorama azionario italiano. A fine ottobre, le banche costituivano il settore più grande del FTSE MIB con una ponderazione superiore al 21%, mentre negli indici più ampi FTSE Italia All-Share le banche avevano un peso del 19,3%.

“Siamo convinti che le banche rappresentino una parte importante del panorama azionario in molti mercati europei, soprattutto in Italia, dove restano il settore più grande”, ha affermato Viktor Nossek, Director of Research presso WisdomTree Europe. “Il prossimo referendum, anche se non direttamente incentrato sul settore bancario, offrirà probabilmente agli investitori un’opportunità per considerare l’ipotesi di allocare su questo settore così fondamentale per il rilancio dell’economia nazionale”.

“La gestione del rischio politico e il posizionamento tattico dei portafogli azionari sono fra le lezioni più istruttive che i referendum e le elezioni del 2016 ci hanno impartito”, ha affermato Nizam Hamid, ETF Strategist di WisdomTree. “Il FTSE MIB Banks 15% Capped Index è calato di quasi il 51% nel periodo compreso tra il 31 dicembre 2015 e fine ottobre 2016, rispetto ad un ribasso del 20% del FTSE MIB. Questa performance riflette la view negativa sugli NPL e la prospettiva di ricapitalizzazione del settore bancario. Il referendum consente di rivedere in altra ottica questa sfida e il nuovo prodotto ETP di Boost offre agli investitori uno strumento unico per allocare su questo settore con un singolo prodotto di grande efficienza”.

Il FTSE MIB Banks 15% Capped Index su cui si basa il nuovo prodotto riflette le componenti dell’ICB Supersector of Banks del FTSE MIB. Nell’intento di fornire un indice adeguatamente diversificato è stato stabilito un tetto massimo del 15% sulle singole componenti dell’indice che, a fine ottobre 2016, ammontavano a nove. L’indice segue la metodologia di calcolo e le regole del FTSE MIB, inclusa una revisione trimestrale del tetto del 15% delle ponderazioni dei singoli titoli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: WisdomTree fa il pieno di petrolio

Top 10 Bluerating: Wisdom Tree regina della finanza

Top 10 Bluerating: WisdomTree regina della leva

NEWSLETTER
Iscriviti
X