Mps: via libera da Consob a riapertura swap bond in azioni

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Dicembre 2016 | 09:28

MPS APRE IN RIALZO DOPO OK CONSOBMps in rialzo nei primi scambi di giornata a Piazza Affari, dopo che Consob ha dato l’agognato via libera per la riapertura, anche ai 40 mila investitori retail che detengono circa 2 miliardi di bond subordinati (e che finora non avevano potuto aderire all’offerta perché con un profilo Mifid inadeguato), dell’offerta di conversione volontaria di bond subordinati in azioni, estesa rispetto alla prima apertura dell’offerta stessa anche al titolo Fresh 2008, cosa che fa salire il controvalore massimo dell’offerta da poco meno di 4,3 miliardi a poco più di 4,5 miliardi.

RIAPERTURA SWAP BOND/AZIONI FINO AL 21 DICEMBRE – Il nuovo periodo di adesione dell’offerta sui bond va da oggi al 21 dicembre prossimo. Da Consob è arrivato anche il via libera al supplemento di prospetto relativo alle nuove azioni.  Dopo un avvio che ha visto il titolo toccare i 21,30 euro su Mps scattano le prime prese di profitto ed ora il titolo si muove attorno ai 20,9-21 euro (+1,65%) con poco più di 400 mila pezzi passati di mano.

AUMENTO DEVE CHIUDERSI ENTRO IL 31/12 – Ieri il Cda di Mps aveva provato ad accelerare i tempi anticipando i dettagli dell’operazione che di ricapitalizzazione da 5 miliardi da lanciare sul mercato e che dovrà essere conclusa entro il 31 dicembre. Il 35% delle nuove azioni è destinato agli investitori italiani (in particolare il 30% agli attuali soci della banca), mentre il 65% è destinato ad investitori istituzionali cui verrà rivolto un collocamento privato. Molto ampia la forchetta di prezzo, che va da un minimo di 1 euro a un massimo di 24,9 euro. Se l’aumento di capitale non sarà portato a termine, anche la conversione dei bond subordinati in azioni salterà.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Opportunità su bond subordinati e investment grade, ma attenzione ai Paesi periferici

Rinnovato interesse verso le convertibili

Bond subordinati, investimento convincente

NEWSLETTER
Iscriviti
X