Le 3 maggiori sfide per il mercato obbligazionario

A
A
A
di Redazione 28 Dicembre 2016 | 14:29

Quali saranno le maggiori sfide per il mercato obbligazionario l’anno prossimo? Risponde Salman Ahmed, Chief Investment Strategist di Lombard Odier Investment Managers, spiegando le relative implicazioni per la gestione di portafoglio.

1.  Tassi di interesse generalmente bassi/negativi
Il deciso rialzo dei rendimenti obbligazionari guidato dagli Stati Uniti si è propagato a livello globale. Riteniamo tuttavia che le politiche economiche divergenti negli Stati Uniti rispetto al resto del mondo limiteranno le potenziali ricadute sui mercati non Usa. Su questo punto, l’uso efficace del controllo sulla curva dei rendimenti in Giappone può rappresentare un modello da seguire. Crediamo che una simile politica possa essere implementata anche dalla Bce il prossimo anno, dato che la scarsità di asset sarà ancora un tema, nonostante il rialzo dei rendimenti seguito alle elezioni Usa abbia alleviato le pressioni sulla banca centrale europea verso un’estensione di lungo termine del quantitative easing.

2.  Aumento del rischio di mercato
I rischi associati all’estensione della duration messa in atto dagli investitori negli ultimi anni sono stati messi in evidenza dalle dinamiche del mercato obbligazionario americano; l’aumento della volatilità implica che i rischi associati a questo problema saranno ancora sulla scena, soprattutto se vi sarà maggiore incertezza sulla politica monetaria sulla scia dei cambiamenti politici.

3.  Liquidità frammentata
Nel periodo immediatamente successivo alla vittoria di Trump, alcune evidenze anedottiche suggeriscono che le condizioni di liquidità in diversi segmenti di molti mercati obbligazionari, in particolare nei mercati emergenti, siano state messe fortemente sotto pressione. In generale, la debolezza strutturale portata dal contesto di bassa liquidità, creata dall’inasprimento normativo e dagli interventi delle banche centrali, è stata sempre più sotto i riflettori nelle ultime settimane.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X