Facebook batte ancora una volta le attese di Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Febbraio 2017 | 16:40

FACEBOOK SEGNA NUOVI MASSIMI – Facebook gioca d’anticipo e anziché aspettare la chiusura della seduta presenta subito i dati del quarto trimestre 2016 che hanno ampiamente superato le attese di consenso di Wall Street, tanto che il titolo viaggia sui massimi storici a 133,80 dollari per azione (+0,43%) dopo aver toccato un massimo a 134,60 dollari.

TRIMESTRALE MEGLIO DELLE ATTESE – Nel dettaglio, i ricavi sono saliti del 51% toccando gli 8,81 miliardi, 300 milioni di dollari sopra le stime del mercato, mentre l’utile netto è stato pari a 3,57 miliardi di dollari, oltre il doppio di un anno prima, con un utile per azione di 1,41 dollari, contro attese di consensus che parlavano di 1,31 dollari. Numeri che hanno portato subito gli analisti di Jp Morgan, Deutsche Bank e Morgan Stanley a migliorare il target price sul titolo.

AREA MOBILE SEMPRE PIU’ IMPORTANTE – Sul fronte operativo, gli utenti attivi su base giornaliera sono saliti a 1,23 miliardi, per il 90% collegati attraverso smartphone. Gli utenti totali su base mensile sono invece saliti del 17% a 1,86 miliardi di persone. Sempre più rilevante il peso dell’area mobile anche sul fronte dei ricavi: l’84% contro l’80% degli ultimi tre mesi del 2015.

500 MILIONI DI DOLLARI A ZENIMIX – La buona trimestrale non può peraltro far dimenticare che proprio ieri il gruppo di Mark Zuckerberg è stato condannato a pagare 500 milioni di dollari a ZeniMix (gruppo cui fanno capo tra le altre Bethesda e ID Software), detentrice di alcune tecnologie per la realtà virtuale utilizzate da Oculus Rift, produttore di visori per realtà virtuale acquisito nel marzo del 2014 dallo stesso Facebook.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute: Diem, la nuova moneta di Facebook, pronta al lancio negli Usa

Gli Etf arricchiscono le big tech. Da sole capitalizzano quasi il 40% del Nasdaq

Consulenti, come Zuckerberg può darvi una mano

NEWSLETTER
Iscriviti
X