Investire con rating massimo e tasse al minimo si può. Ecco cosa offrono i nuovi bond della Banca Mondiale

A
A
A
di Marco Barlassina 8 Febbraio 2017 | 07:39

La Banca Mondiale ha emesso due nuove obbligazioni per lo sviluppo sostenibile della durata di dieci anni (scadenza febbraio 2017), denominate rispettivamente in dollari australiani e in dollari neozelandesi. Le prime corrispondono ogni trimestre una cedola pari al tasso annuale del 3%, le seconde del 3,6%. La soglia minima di investimento è pari rispettivamente a 2.000 Dollari Australiani e 2.000 Dollari Neozelandesi.

Le obbligazioni sono quotate da ieri sul mercato MOT di Borsa Italiana, dove BNP Paribas agirà come market maker.

Il vantaggio fiscale
La particolarità dell’emissione è quella di unire la tranquillità di un emittente caratterizzato da rating AAA da parte di tutte le agenzie di rating a un trattamento fiscale di favore. L’emittente dei bond è nello specifico Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo, ossia la BIRS (facente parte della Banca Mondiale).

Le rendite originate dalle obbligazioni BIRS sono infatti tassate con l’aliquota del 12,5%, la più bassa e quella comunemente riservata ai titoli di Stato, contro il 26% usualmente riservato alle altre obbligazioni. La BIRS infatti, in ragione del suo status di organizzazione sovrannazionale, è equiparata, dal punto di vista del trattamento fiscale delle sue emissioni, al Tesoro. E’ inoltre da ricordare che le obbligazioni di questo tipo non sono soggette a bail-in.

Il fattore cambio
Tutti i pagamenti (cedole e rimborso a scadenza) saranno regolati in Euro. L’investimento è pertanto esposto ai movimento (in positivo e in negativo) del tasso di cambio tra le due valute di denominazione delle obbligazioni e l’euro.
Proprio tale caratteristica può assumere interesse in particolare per chi abbia prospettive di apprezzamento o di stabilità delle due valute nei confronti dell’euro.

La sostenibilità
Oltre agli aspetti di redditività, va sottolineato che queste obbligazioni rappresentano un’opportunità per gli investitori di coniugare i loro obiettivi finanziari con quelli di sostenibilità sociale e ambientale. La Banca Mondiale raccoglie infatti fondi sul mercato internazionale dei capitali per supportare progetti di sviluppo sostenibile nei paesi membri beneficiari.

Emittente: Banca Mondiale
(Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo, “BIRS”)
Rating dell’Emittente: Aaa /AAA
Durata: 10 anni
Periodo di Offerta: Dal 16 gennaio al 27 gennaio, salvo chiusura anticipata
Data di Maturità: 6 Febbraio 2027
Data di Emissione e di Regolamento: 6 Febbraio 2017 (AUD) 7 Febbraio 2017 (NZD)
Ammontare emesso: 5,000,000 (AUD) 5,000,000 (NZD)
Cedole: Tasso annuale pari al 3,00% (AUD) Tasso annuale pari al 3,60% (NZD)
Prezzo di Offerta (taglio minimo): 2.000 AUD 2.000 NZD
Quotazione: MOT di Borsa Italiana
Clearing systems: Euroclear, Clearstream
ISIN: XS1550144668 (AUD) XS1550135088 (NZD)
Dealer: BNP Paribas

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Da Banca Mondiale un nuovo bond per lo Sviluppo Sostenibile in Rupie

La Banca Mondiale lancia un bond sullo Human Capital per il mercato italiano

La Banca Mondiale punta ancora sullo sviluppo sostenibile

NEWSLETTER
Iscriviti
X