+91% dall’inizio dell’anno. Cosa sta succedendo al titolo Aeroporto di Bologna?

A
A
A
di Redazione 15 Febbraio 2017 | 08:10

L’ultima sparata verso l’alto ieri, con un rialzo del 12,28% che ha portato il titolo sui 18,92 euro, quasi il doppio di dove si trovava all’inizio dell’anno.

Il titolo in questione è di quelli che di solito non fanno notizia o che comunque difficilmente finiscono sulle prime pagine dei giornali: Aeroporto di Bologna. La performance tuttavia resta impressionante.

Dai primi giorni del dicembre 2016, il titolo ha intrapreso un rally che gli ha permesso di raddoppiare le sue quotazioni e di mettere a segno un impressionante +91% dall’inizio del 2017.

Un movimento per di più supportato da una contestuale impennata dei volumi scambiati.

Cosa sta succedendo?

Partiamo dai dati di fatto: nel 2016 lo scalo bolognese ha registrato il nuovo record di traffico della sua storia: oltre 7,6 milioni di passeggeri (7.680.992), per una crescita dell’11,5% sul 2015.
Mentre, in attesa del cda chiamato ad approvare il bilancio 2016 fissato per il 13 marzo, per i primi nove mesi dell’anno l’utile consolidato si è attestato a 10,1 milioni contro i 5,8 milioni del corrispondente periodo 2015.

Poi ci sono le indicazioni riportate dalla stampa:
il Sole24Ore di domenica scorsa ha anticipato un piano di investimenti in infrastrutture per il periodo 2016/2020 del valore di circa 120 milioni di euro, mentre l’edizione online del Resto del Carlino lo scorso 2 febbraio ha addirittura ventilato la possibilità che lo scalo bolognese possa dotarsi delle caratteristiche necessarie a ospitare un volo diretto per la Cina.

Abbastanza per giustificare il decollo verticale del titolo nelle ultime settimane?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X