I Bitcoin raggiungono nuovi massimi storici. Quanto conviene l’investimento?

Non si ferma la marcia dei Bitcoin. Secondo la piattaforma di scambio Bitstamp la criptovaluta ha raggiunto i nuovi massimi storici intorno a 1.280 dollari. Si tratta di valori superiori a quelli che erano stati segnati nel novembre 2013, quando la moneta digitale era arrivata a costare 1.165 dollari per unità. Per capire ancora meglio il balzo dell’ultimo periodo dei prezzi basta ricordare che il rialzo registrato da inizio anno è stato del 32%, mentre addirittura di circa 214% su base annua.

Bitstamp

Oltre alle incertezze che ancora dominano i mercati finanziari – dalle prossime elezioni in Europa, alla Brexit, all’agenda politica del neo presidente Usa Donald Trump – a spingere le quotazioni dei Bitcoin anche la speculazione su un potenziale lancio del primissimo ETF bitcoin negli Stati Uniti. La Sec, infatti, dovrebbe dare a beve responso sulla richiesta di questo nuovo prodotto finanziario da parte dei gemelli Winklevoss, i due imprenditori statunitensi famosi per la battaglia legale contro Mark Zuckeberg, ceo di Facebook.

Quanto conviene quindi puntare sulla criptovaluta? Secondo molti i Bitcoin stanno diventando un bene rifugio. E non a caso il prezzo ha superato proprio quello dell’oro, asset da sempre considerato porto sicuro per gli investitori. Inoltre, secondo le previsioni di fine anno di Saxo Bank, a moneta digitale nel corso del 2017 potrebbe addirittura raggiungere i 2.000 dollari a unità. Tra i vantaggi, in ogni caso, la buona performance nel lungo termine, con una capitalizzazione che ad oggi ha toccato i 20 miliardi di dollari, circa il 60% in più del valore totale al 2014. Solo nel 2013 quotava appena 15 dollari. Nonostante la base di utenti dei bitcoin sia spesso etichettata come anarchica, molti sostenitori della moneta digitale non hanno problemi a rispettare le regole. Gli svantaggi? La forte volatilità, la frequenza di furti dei dati e hackeraggi e, infine, la ancora scarsa diffusione, con problemi potenziali in merito al volume delle transazioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!