Per Lockheed Martin il 30 marzo potrebbe essere un giorno felice

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Marzo 2017 | 16:33

LOCKHEED MARTIN ATTENDE NOTIZIE DAL PENTAGONO – Lockheed Martin in calo di circa mezzo punto dopo le prime battute a Wall Street, a 267,59 dollari per azione, ma forse già domani potrebbe arrivare una bella notizia per il produttore statunitense. Secondo quanto riferisce l’agenzia Bloomberg, infatti, il Defense Acquisition Board avrebbe in programma una riunione il 30 marzo per decidere se approvare un contratto per la produzione dei primi 24 di 200 elicotteri Sikorsky CH-53K King Stallion che potrebbero essere acquistati dal Pentagono per il corpo dei Marines per un investimento totale di 29 miliardi di dollari.

ATTESA PRIMA COMMESSA PER IL CH-53K – Il contratto iniziale coprirebbe i costi dei primi 2 elicotteri, in grado di trasportare ciascuno fino a 12.200 kg di carico esterno. Gli acquisti crescerebbero poi anno per anno dai 4 che sarebbero acquistati l’anno venturo ai 14 nell’esercizio fiscale 2021. Proprio le elevate potenzialità in termini di ordini del CH-53K, che dal 2016 ha già avviato le prove di certificazione in volo, avevano convinto Lockheed Martin ad acquistare Sikorsky dalla United Technologies nel 2015 per 9 miliardi di dollari.

PROSPETTIVE MENO BRILLANTI PER VERSIONE CIVILE – Se le prospettive per quanto riguarda il mercato militare sono ottime (non è escluso che anche la Us Navy potrebbe ordinare alcuni esemplari, così come le forze armate di paesi alleati degli Stati Uniti), in campo civile il calo delle quotazioni petrolifere ha limitato la domanda da parte delle compagnie petrolifere che solitamente necessitano di elicotteri di grandi dimensioni per trasportare personale e attrezzature presso i propri impianti. E visto che la gran parte del mercato mondiale degli elicotteri pesanti è stata dominata negli ultimi decenni dal Boeing CH-47, sembra difficile che il CH-53K possa sfondare, essendo una macchina più grande e più costosa di quella di Boeing.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Boeing manda in pensione il 747. Il titolo torna in downtrend

Compagnie aeree, il Covid-19 ha cambiato le prospettive

Spazio: tra SpaceX e Boeing la sfida continua

NEWSLETTER
Iscriviti
X