Partenza in prudente recupero per Piazza Affari, dove brilla Mediobanca

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Aprile 2017 | 10:44

MATTINATA PRUDENTE IN EUROPA – Inizio di giornata prudente in Europa, dopo che a Tokyo l’indice Nikkei225 ha chiuso la settimana a 19.196,74 yen (-0,29% rispetto alla vigilia) e i mercati cinesi hanno mostrato variazioni minime, al pari di Wall Street ieri sera. Se Londra cede lo 0,32% dopo che ieri Angela Merkel è tornata a ribadire che la Gran Bretagna non potrà sperare di conservare l’accesso al mercato unico se non accetterà anche la libertà di movimento di capitali e persone e non si accorderà sui contributi da versare al bilancio Ue, Francoforte e Parigi oscillano attorno ai livelli di ieri, mentre Milano è leggermente positiva.

MILANO SALE, CORRONO CLABO E MEDIOBANCA – Dopo un’ora abbondante di lavoro, infatti, il Ftse Mib conserva un +0,16%, il Ftse Italia All-Share è indicato a +0,15% e il Ftse Italia Star segna +0,11%. Bene invece il Ftse Aim Italia (+0,53%), dove si mette in luce Clabo (sospesa al rialzo con un teorico +10,22% a 1,35 euro, sui livelli di un anno fa). Tra le blue chip del listino di Milano brillano Unipol e Cnh Industrial, con rialzi di poco superiori al 2,5%, mentre Mediobanca guadagna il 3,59% a 8,80 euro dopo che Morgan Stanley ha alzato a “overweight” (da “equalweight”) il rating sul titolo e il prezzo obiettivo da 8,3 a 10 euro per azione.

UTILITIES IN ROSSO, PURE D’AMICO TIRA IL FIATO – Qualche presa di profitto insiste sul comparto sei servizi di pubblica utilità, con Enel, Terna e Italgas in rosso attorno o poco sopra il mezzo punto percentuale. Deboli anche alcuni titoli finanziari come Ubi Banca (-0,46%), mentre sullo Star perde un paio di punti Panariagroup Industrie Ceramiche e tira il fiato anche D’Amico (-0,7% le azioni, -7,11% i diritti), sempre sotto aumento di capitale che vedrà i diritti negoziati in borsa sino al 12 maggio, mentre il termine ultimo di adesione all’operazione (1 offerta in opzione ogni 3 diritti al prezzo di sottoscrizione di 0,249 euro cadauna, più 1 warrant gratuito ogni 3 diritti esercitati) che come ha ricordato l’amministratore delegato Marco Fiori servirà sia a migliorare la flessibilità finanziaria del gruppo sia a dotare la società di risorse per cogliere “eventuali opportunità di mercato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Clabo, ricavi 2020 attesi in linea con il budget a 40 milioni. L’analisi di Market Insight

Clabo: continua la revisione al ribasso di ricavi e margini. L’analisi di Market Insight

Clabo continua a correre nonostante le tensioni Usa-Cina

NEWSLETTER
Iscriviti
X