Cresce la voglia di imprenditoria anche tra gli studenti italiani

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Maggio 2017 | 12:07

JA ITALIA, MERIDONARE E SEEDUP PER LE MINI IMPRESE – Cresce la voglia di imprenditoria e innovazione in tutta Italia, anche grazie all’impegno di operatori come JA Italia, Meridonare e SeedUp, che ieri assieme a Fondazione Banco di Napoli hanno premiato il vincitore della finale regionale di “Impresa in azione”, il più diffuso programma di educazione imprenditoriale per le scuole superiori inserito dal 2015/2016 tra le esperienze di alternanza scuola-lavoro riconosciute dal ministero dell’Istruzione, università e ricerca.

FONDAZIONE BANCO DI NAPOLI OSPITA FINALE CAMPANA – Ospitata nella suggestiva sede della Fondazione Banco di Napoli di Via dei Tribunali, a Napoli, la giornata ha visto la presenza degli stand di 36 mini-imprese create dagli studenti, accompagnati dai docenti dei loro istituti e da alcuni “Dream Coach” specialisti di business coi quali i ragazzi hanno sperimentato contenuti e competenze legate alla creazione d’impresa. Le migliori 5 mini-imprese si sono poi sfidate a colpi di pitch per aggiudicarsi la vittoria e l’accesso alla finale nazionale per stabilire la Miglior Impresa JA 2017, che rappresenterà l’Italia alla JA Europe Company of the Year Competition a Bruxelles.

IN TRE POTRANNO DIVENTARE STARTUP – Quest’anno JA Italia ha voluto regalare una grande opportunità a questi giovanissimi “imprenditori”, ossia la possibilità per alcuni di loro di provare a trasformare questa iniziativa nata sui banchi di scuola in una vera e propria startup. Nasce da qui il premio “startup”  promosso dall’acceleratore SeedUp e dal portale di crowdfunding Meridonare, che ha visto premiate WeFood, mini-impresa che si pone come obiettivo principale quello di contrastare lo spreco alimentare, Puffed Up, che ha sviluppato una felpa con cappuccio incorporato gonfiabile, e Moliseed, che ha presentato un vassoio per il trasporto di alimenti con una particolare innovazione che consente il trasporto delle bevande più agevole. Tutti prodotti ancora in fase di brevettazione per i quali potrebbe dunque esserci un futuro da “grandi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’italiana Nano-Tech apre all’equity crowdfunding per conquistare il settore delle nanotecnologie

Equity crowdfunding, ecco la ricerca targata Cfa Society Italy

Notarify, partecipata Bfc Media, in overfunding capitalizza oltre 6,5 mln di euro

NEWSLETTER
Iscriviti
X