Nonostante Trump il solare continua a piacere a Enel

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Giugno 2017 | 10:14

ENEL FRENA SU POSSIBILE ACQUISIZIONE – La decisione di Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi sul clima non frena l’interesse, crescente, per il settore delle energie rinnovabili. Enel, in particolare, sembra far rotta sulle attività nel settore del fotovoltaico di Terra Firma in Italia. Dopo il diffondersi dell’indiscrezione il titolo vede riaffiorare alcune vendite e passa di mano a 4,7 euro per azione (-0,63%) con poco meno di 5 milioni di pezzi già scambiati.

IL SOLARE PIACE NONOSTANTE TRUMP – Secondo l’agenzia Reuters, infatti, l’ex monopolista elettrico italiano in joint venture col fondo F2i dovrebbe presentare un’offerta per gli impianti che il gruppo possiede nel “bel paese” per complessivi 340MW, il cui valore stimato (enterprise value) sarebbe pari a circa 1,1 miliardi di euro. Secondo i primi commenti l’operazione, che dovrebbe essere completata entro la fine dell’anno, è coerente con una strategia di consolidamento del settore solare in Italia, al momento ancora molto frammentato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank dà il benservito a Trump

Usa, la doppia vittoria dei Democratici rilancia gli indici azionari

Usa: archiviate (o quasi) le elezioni, ora è il momento degli stimoli fiscali

NEWSLETTER
Iscriviti
X