Piazza Affari: perchè tenere d’occhio i titoli bancari

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Giugno 2017 | 09:51

BANCHE IN RIPRESA A PIAZZA AFFARI – Settore bancario in recupero a Piazza Affari, grazie almeno a due motivi. Se da un lato la crisi delle due ex banche popolari venete, Bpvi e Veneto Banca, sembra sempre più poter avere un esito meno pesante dell’eventuale risoluzione, grazie all’intervento di Unicredit e Intesa Sanpaolo, dall’altro l’Ecofin potrebbe oggi approvare un ammorbidimento della riforma relativa alla contabilizzazione delle perdite.

RIFORMA CONTABILE PIU’ GRADUALE? – Il passaggio al principio contabile Ifrs9 non sarebbe infatti immediato dal prossimo anno, ma graduale, dando cinque anni di tempo alle banche prima che la nuova normativa vada a regime. Rispetto al quadro attuale, i nuovi principi imporranno di accantonare risorse non solo a fronte di perdite registrate in passato, ma anche a quelle prevedibili statisticamente per il futuro.

BANCHE ITALIANE SPERANO NEL RINVIO – Una novità che vuole prevenire nuove crisi “sistemiche” come quelle delle sofferenze bancarie italiane, ma che proprio gli istituti tricolori hanno finora osteggiato temendo di subire nuove pressioni per accelerare la pulizia di bilancio e di dover ricorrere a pesanti aumenti di capitale che deprimerebbero il valore delle partecipazioni dei soci di controllo attuali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, quando le pressioni commerciali ti fanno finire in analisi

Deutsche Bank, una mano per le tartarughe

Banche: trimestrali ancora solide all’orizzonte. L’outlook di Equita

NEWSLETTER
Iscriviti
X