Sei potenziali prede per Warren Buffett

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Luglio 2017 | 17:41

SEI POSSIBILI PREDE PER BUFFETT – Warren Buffett potrebbe mettere nel mirino di Berkshire Hathaway almeno sei compagnie, in base ai sei criteri d’investimento elencati dallo stesso “guru” di Omaha nella sua lettera agli azionisti del 2014. I sei nomi sarebbero, secondo un’analisi elaborata da Bryan Adams, direttore fusioni e acquisizioni di FactSet, rilanciata da Business Insider, Adidas, BlackRock, Cognizant Technology Solutions, Henkel, L’oreal e Nike.

NESSUNA E’ ANCORA FINITA SOTTO I RIFLETTORI – Nessuna delle sei società è ancora finita sotto i radar di analisti e investitori, il che soddisfa in pieno il primo dei sei criteri adottati da Buffett. In più si tratta in tutti i casi di società con utili ante imposte di almeno 500 milioni di dollari l’anno, che hanno un consistente potere di prezzi e dunque hanno rapporti prezzo/utili tendenzialmente stabili, con un Roe di almeno l’8% e un rapporto debiti/capitale proprio non superiore al 33%.

BUONI NUMERI, MANAGEMENT STABILE, BUSINESS SEMPLICI – Siccome Buffett non interviene con cambi di management nella società preda, Adams per la sua selezione ha inserito solo compagnie dove il top management è rimasto in carica almeno per 5 anni e per far sì che corrispondesse al requisito di un “business semplice” nessuna di queste società ha più di 5 controllate. Chissà se il vecchio gestore di Omaha avrà letto l’elenco e si troverà d’accordo con l’analista?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cattolica Assicurazioni, Minali vede rosa

Il caso Kraft Heinz: un sintomo di profondo malessere per l’S&P500

Dove la volatilità ha portato Buffett

NEWSLETTER
Iscriviti
X