Pir promossi da Citigroup, che plaude a Doris e Banca Mediolanum

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Luglio 2017 | 16:40

I PIR PIACCIONO ANCHE A CITIGROUP – Secondo gli esperti di Citigroup i fondi Pir (Piani individuali di risparmio) rappresentano “un interessante sviluppo per il contesto macroeconomico italiano” dato che dovrebbero favorire le Piccole e medie imprese italiane, consentendo a queste ultime di superare “la dipendenza cronica dal tradizionale canale di finanziamento bancario”, anche se potrebbero finire col gonfiare un po’ le valutazioni di alcuni asset quotati.

UN PLAUSO A BANCA MEDIOLANUM – Secondo gli uomini di Citigroup, inoltre, i Pir grazie ai benefici fiscali potrebbero rappresentare “un’interessante opportunità di investimento” e ci si può dunque attendere un buon andamento del settore del risparmio gestito e in particolare di Banca Mediolanum che focalizzandosi per prima sui fondi Pir ha guadagnato la leadership di mercato. “Apprezziamo la lungimiranza di Ennio Doris” concludono gli analisti per i quali complessivamente i fondi Pir appaiono dunque “un’opportunità per l’Italia”.

FRENANO I TITOLI DEL RISPARMIO GESTITO – A Piazza Affari oggi il titolo Banca Mediolanum cede tuttavia lo 0,7% circa tornando sui 7,27 euro per azione, con meno di mezzo milione di pezzi passati di mano, confermando l’intonazione prudente/negativa vista durante l’intera settimana. Prese di profitto anche su Azimut (-0,8% circa a 17,82 euro), FinecoBank (-0,55% circa a 7,16 euro a metà pomeriggio) e Anima Holding (-0,7% circa a 7,04 euro), mentre recupera terreno Poste Italiane (+0,67% a 6,005 euro per azione).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, tre film per tre servizi

Mediolanum e Notarify, una nuova alleanza

Banca Mediolanum, Doris punta sull’all-in

NEWSLETTER
Iscriviti
X