La ripresa economica dell’area euro finalmente passa anche dall’Italia

A
A
A
di Redazione 7 Agosto 2017 | 14:25

a cura di Deutsche Asset Management

La crescita dell’area euro non dipende più solo dalla Germania. Anche altri paesi stanno recuperando

L’ultima serie di dati sulla crescita economica conferma una situazione che ha iniziato ad emergere già lo scorso anno: la ripresa dell’area Euro si sta ampliando.

La Germania è riuscita a superare facilmente durante la crisi dell’euro i momenti di difficoltà senza effetti tanto negativi, mentre paesi come la Spagna sono stati colpiti duramente. Tuttavia, le misure – talvolta dolorose – prese dal governo spagnolo stanno dando i loro frutti: la Spagna è cresciuta a un tasso del 3% annuo, e non solo di recente, ma per più di tre anni consecutivi. La Spagna è la quarta economia più grande dell’Eurozona, e questo aiuta, ma le carte in tavola non sono cambiate per tutta l’area.

C’è anche di più: anche la Francia ha segnalato un dato di crescita buono, ora sta crescendo ad un tasso dell’1,8 per cento negli ultimi 4 trimestri. Il dato della Germania per il secondo trimestre non è stato ancora pubblicato, ma considerando i dati del primo trimestre come riferimento, la Francia sembra aver superato la Germania in termini di crescita. E anche l’Italia registra un tasso di crescita sopra l’1 per cento.

Aggiungendo i Paesi Bassi come quinta economia dell’Eurozona e classificando i paesi in base alla loro performance economica negli ultimi quattro trimestri, emerge un quadro interessante: abbiamo i Paesi Bassi e la Spagna al primo posto, seguiti dalla Francia al terzo. La Germania è al quarto posto, seguita dall’Italia al quinto.

Di conseguenza, la crescita dell’area euro non è più una questione “solo della Germania”. La ripresa è aumentata notevolmente e ha spinto la crescita complessiva della zona euro a + 2,1% negli ultimi quattro trimestri. Questa è una buona notizia.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: l’azionario dell’Eurozona resterà sugli scudi nonostante Omicron

Investimenti, bond Next Generation EU: una svolta per i titoli di Stato Europei

Etf, da Lyxor uno prodotto sui green bond governativi dell’Eurozona

NEWSLETTER
Iscriviti
X