Se neanche i banchieri credono alle loro azioni

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2017 | 08:44

Secondo quanto è stato calcolato dal Financial Times sul database di Bloomberg – che ha rilevato i dati sulle azioni vendute sul mercato dagli insider delle 6 maggiori banche americane dall’inizio dell’anno – sono stati venduti circa 10 milioni di titoli, che dimostra il disimpegno di chi guida i grandi gruppi bancari nei confronti delle proprie aziende.

Gli insider di Jp Morgan Chase, Bank of America, Wells Fargo, Citigroup, Goldman Sachs e Morgan Stanley hanno ceduto in totale 9,23 milioni di azioni nel corso di quest’anno. Un dato in contrasto con quello dello scorso anno quando i manager di queste banche hanno acquistato più azioni di quante non ne abbiano vendute.

Come mai? C’è chi punta il dito alla situazione incerta nel lungo termine, dettata dalla politica di Donald Trump. Insomma, gli insider sembrano credere che il rally per le banche sotto l’effetto Trump sia giunto al termine.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, dividendi banche: il 23 luglio la Bce decide. I campioni del dividend yield

Investimenti: c’è del buono nelle banche italiane

Banche, c’è bisogno di un cambio di rotta

NEWSLETTER
Iscriviti
X