Borsa italiana, i temi di giornata: occhio a Fincantieri, Ovs e Alerion

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Settembre 2017 | 09:18

PIAZZA AFFARI POSITIVA IN AVVIO – Inizio di giornata che dovrebbe vedere diffusi per quanto limitati rialzi sulle borse europee, dopo che i mercati dell’Asia-Pacifico hanno mostrato un andamento contrastato, con Tokyo a -0,31% ma Hong Kong a +0,37%, Singapore a +0,74% e i listini cinesi sui livelli della vigilia, mentre gli investitori attendono novità sul fronte della riforma fiscale negli Stati Uniti e il dollaro si conferma attorno ai massimi da un mese, complici le tensioni con la Corea del Nord e le attese di un nuovo rialzo dei tassi Usa in dicembre.

E’ IL GIORNO DI STX FRANCE – FINCANTIERI – A Piazza Affari i riflettori sono puntati su Fincantieri e Leonardo, nel giorno in cui si tiene un vertice bilaterale Italia-Francia, a Lione, da cui dovrebbe uscire un accordo su Stx France che consenta a Fincantieri di ottenere la maggioranza a fronte di garanzie sulla governance per i francesi. Intanto da Silversea è arrivata una commessa a Fincantieri per allungare una nave da crociera di 15 metri, con lavori che inizieranno nel cantiere di Palermo dal marzo prossimo.

COIN ALLEGGERISCE QUOTA IN OVS – Occhio anche a Ovs, che apre in calo di circa il 3,5% a 6,52 euro dopo che Coin (controllata dal fondo Bc Partners) ha ceduto 28 milioni di titoli, pari al 12,3% ad un prezzo medio che dovrebbe essere risultato pari a circa 6,5 euro. Tra i titoli del lusso parte in calo Moncler, dopo che Deutsche Bank ha tagliato il giudizio da “buy” (acquistare) a “hold” (mantenere in portafoglio), limando anche il prezzo obiettivo da 25,6 a 25,4 euro per azione. Nel settore energia su Saras è intervenuto Kepler-Cheuvreux alzando a “buy” il giudizio e portando a 2,5 euro (dai precedenti 2,3 euro) il prezzo obiettivo.

FRI EL GREEN POWER LANCIA OPA SU ALERION – Sempre nel settore energia, Fri-El Green Power ha annunciato ieri il lancio di un’Opa volontaria totalitaria e incondizionata sui titoli non ancora posseduti di Alerion a 3 euro per azione (leggermente superiore alla chiusura di ieri di 2,87 euro). L’operazione, che riguarda il 70,636% di capitale di Alerion, non è finalizzata al delisting del titolo ma al rispetto dell’obbligo imposto da Consob di promuovere un’offerta obbligatoria totalitaria, ad un prezzo non inferiore a 2,9 euro per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, utility: le azioni delle rinnovabili su cui puntare secondo Equita

Utility, scenario positivo per alcuni titoli italiani delle rinnovabili

Rinnovabili, l’Ue alza al 55% il target sulla riduzione delle emissioni al 2030

NEWSLETTER
Iscriviti
X