S&P Global Ratings: per ora la crisi catalana non ha impatti sulle banche

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Ottobre 2017 | 14:54

TENSIONI IN CATALOGNA NON PESANO SUI RATING – Le tensioni politiche tra Madrid e la Catalogna per ora non si ripercuotono sui rating delle banche spagnole. Lo ha sottolineato stamane S&P Global Ratings precisando che anche nel caso di CaixaBank e Banco de Sabadell (le due principali banche di Barcellona) il merito di credito resta immutato.

CRESCE ATTENZIONE ATTORNO A BANCHE SPAGNOLE – Poiché le tensioni potrebbero salire ulteriormente ove vi fosse, come da più parti previsto, una dichiarazione unilaterale di indipendenza da parte delle autorità regionali catalane, l’attenzione si è inevitabilmente tornata a focalizzare sulle banche spagnole e su quelle coi maggiori legami diretti con la Catalogna in particolare.

SI RISCHIA EROSIONE FIDUCIA E DEFLUSSI DI LIQUIDITA’ – Tra i rischi potenziali che gli esperti di S&P Global Ratings vedono attualmente vi sono un’erosione della fiducia, in particolare in Catalogna, con possibile fuoriuscita di liquidità; rapporti commerciali più deboli dentro e fuori la Catalogna; la possibilità di dover affrontare un periodo di incertezza normativa , regolamentare e monetaria in Catalogna nel caso di dichiarazioni d’indipendenza unilaterali. Più a lungo termine, tuttavia, i montanti rischi politici, se non risolti, potrebbero per gli uomini di S&P Global Ratings pesare sulle prospettive di crescita economica della Spagna.

BANCHE IN GRADO DI FRONTEGGIARE INCERTEZZA PER ORA In uno scenario di incertezza in crescita la reazione naturale di imprese e famiglie è di proteggere il proprio risparmio, tuttavia, concludono gli esperti, “crediamo che le banche siano in genere ben attrezzate per stemperare i possibili timori della clientela, o offrire soluzioni business in grado di assicurare stabilità alle attività e trattenere la clientela, come ad esempio reindirizzare le attività al di fuori della Catalogna”, per cui “le banche non dovrebbero affrontare rilevanti deflussi di liquidità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Conti correnti: ecco quanto costano e quanto sono soddisfatti i clienti

Esg e sostenibilità: arriva la salita

Deutsche Bank, una nuova banca per il private

NEWSLETTER
Iscriviti
X