Oddo BHF punta sulle micro cap

A
A
A
di Redazione 17 Ottobre 2017 | 08:35

Oddo BHF Asset Management SAS ha lanciato il fondo Oddo Active Micro Companies, che punta a ottenere esposizione all’attraente potenziale del rapporto rischio/rendimento di “campioni nascosti” in Germania, Francia ed altri paesi europei, con il rischio di perdita del capitale. Il fondo comprende circa 60 titoli selezionati da Guillaume Chieusse e dal suo team di gestori nell’universo europeo dei titoli a micro capitalizzazione, tramite un approccio testato d’investimento disciplinato.

Il fondo Oddo Active Micro Companies completa la gamma di Oddo BHF AM nell’universo dei titoli europei e include aziende con capitalizzazione di mercato tra i 75 milioni e i 750 milioni di euro. I segmenti di titoli con una capitalizzazione di mercato più elevata sono già coperti dai fondi Oddo Active Smaller Companies e Oddo Active Equities, anch’essi gestiti da Guillaume Chieusse e dal suo team con lo stesso processo d’investimento.

Guillaume Chieusse, che può contare sui 25 anni di track record di Oddo BHF Asset Management nella gestione di azioni europee, insieme al suo team gestisce oggi all’incirca 1 miliardo di euro tra i suoi tre fondi comuni e i mandati. “Riteniamo che il segmento micro-cap sia un importante complemento per i nostri clienti”, ha dichiarato Chieusse, responsabile All Cap & Small Cap Opportunities presso Oddo BHF Am SAS. Negli ultimi cinque anni le società europee quotate a micro capitalizzazione hanno sovraperformato le grandi capitalizzazioni del 60%, con una volatilità decisamente inferiore. “Attingendo alla nostra esperienza e al nostro track record di oltre 25 anni nello stock picking e con un team attivo di gestori di portafoglio, il nostro intento è cogliere potenziale per i nostri clienti”, ha spiegato Guillaume Chieusse.

La strategia del fondo Oddo Active Micro Companies si basa su una scelta titoli bottom-up. L’approccio consiste nel valutare un universo di circa 850 società idonee e nel compiere un’analisi in più fasi che punta ad individuare 50-60 titoli in grado di offrire un migliore profilo di crescita rispetto al mercato, con valutazioni ragionevoli. Tali titoli saranno poi rivisti dal team di gestione a intervalli regolari, tramite una serie di tre scenari di valutazione (migliore dei casi, caso base e peggiore dei casi). Il fondo, che è stato lanciato il 7 agosto 2017, è già stato registrato per la distribuzione in Germania, Italia e Francia e sarà a breve disponibile anche in Svizzera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: grosso guaio a Chinadown

Asset allocation: che forza il reddito fisso europeo

Asset allocation: alla ricerca di valide alternative

NEWSLETTER
Iscriviti
X