Mifid II ruberà il Natale della City?

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Ottobre 2017 | 08:00

LA MIFID II RUBERA’ IL NATALE? – Quest’anno a cercare di rubare il Natale potrebbe non essere il “Grinch”, ma la Mifid II: ne sono convinti molti intermediari tra cui il responsabile del trading sulle valute di Deutsche Asset Management, Christian Schoeppe, secondo quanto ha riferito l’agenzia Bloomberg notando come la trasparenza che la Mifid II cercherà di favorire rimuovendo potenziali conflitti d’interesse richiederà a investitori e uffici legali uno sforzo finale per cercare di essere pronti per i primi di gennaio, quando la normativa entrerà in vigore.

POCO TEMPO PER METTERSI IN REGOLA – Ancora il mese scorso la Financial Conduct Authority ha avvertito che alcune società non risultavano aver ancora compiuto i dovuti passi per risultare in linea con quanto previsto dalla nuove normativa, in parte perché gli stessi regolatori europei debbono ancora prendere decisioni chiave su aspetti della normativa che confliggono con quelle di altri mercati, in particolare quello statunitense. Una incertezza, ha avvertito in una nota Ubs Group, che potrebbe penalizzare proprio i grandi gruppi finanziari a stelle e strisce che operano tanto dal lato degli acquisti quanto delle vendite.

NON E’ IL CASO DI FARSI PRENDERE DALL’ANSIA – Alcuni gestori di fondi, ad esempio, starebbero solo ora valutando come adeguare le proprie attività alla Mifid II, mentre anche da parte della City di Londra vi sarebbe stata finora poca capacità di parlare delle novità in arrivo ai propri clienti. C’è peraltro chi dissente dal coro di lamentele: in un’intervista il responsabile della ricerca di Julius Baer Group, Christian Gattiker, ha fatto notare come solitamente non appena muta un quadro normativo il sistema si adatta rapidamente al nuovo scenario e le difficoltà scemano rapidamente.

ULTIMI SFORZI IN VISTA DI FINE ANNO – Come che sia, ha ribattuto Christian Schoeppe, per chi nella City ha avviato solo di recente il proprio progetto di riorganizzazione in base alle regole previste dalla Mifid II il tempo stringe e quest’anno potrebbe non esserci alcuna possibilità di dedicare tempo ad altre attività, compresi i tradizionali party natalizi con i grandi clienti. Così alla fine forse la Mifid II non causerà questo sfracello sui mercati e nelle sale operative, ma potrebbe davvero riuscire a “rubare il Natale” come neppure il celebre Grinch è mai riuscito a fare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

M&A, Valeur Group acquisisce la piattaforma Linkedtrade

Gestori e asset management, l’importanza della corporate governance

Warren Buffett, l’Oracolo tradito dai suoi titoli preferiti

NEWSLETTER
Iscriviti
X