Mps torna in borsa, con qualche ultimo colpo di scena

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Ottobre 2017 | 11:18

MPS, ULTIMI COLPI DI SCENA – In una giornata ricca di spunti operativi, con le trimestrali, tra gli altri, di Unicredit, FinecoBank e Saipem (queste ultime due risultate sopra le attese tanto che i titoli salgono rispettivamente di oltre il 4% e di oltre il 9%), un ultimo “colpo di scena” arricchisce la vicenda Mps. La Consob ha infatti dato il suo atteso via libera al prospetto informativo e da domani il titolo tornerà agli scambi a Piazza Affari.

RIAMMESSA DOMANI MA AL BUIOBorsa Italiana ha fatto sapere che il 25 ottobre le azioni Mps (e i relativi titoli derivati, nonché la facoltà di esercizio anticipato sulle opzioni su azioni Mps), gli strumenti emessi da Mps e negoziati sul mercato SeDeX e le obbligazioni Mps saranno riammesse alle negoziazioni, senza la possibilità, nel giorno di riammissioni, di immissione di proposte senza limite di prezzo. Tuttavia, ha aggiunto la nota di Borsa Italiana, nella seduta di domani non saranno diffuse informazioni sul prezzo di riferimento iniziale, sul prezzo ufficiale iniziale e sul prezzo last iniziale. Il ritorno di Mps avverrà pertanto “al buio”.

DATI AGGIORNATI PER MPS – Tra i dati aggiornati legati al ritorno di Mps agli scambi, il numero di azioni rappresentative del capitale sociale è ora superiore al miliardo (precisamente pari a 1.140.290.072), mentre il capitale sociale stesso è ufficialmente pari a 15.692.799.350,97 euro. L’Ems (Exchange market size, ossia il quantitativo massimo di azioni che possono essere immesse con ciascuna proposta) sarà pari a 6.000.

OK ANCHE A CONCABIO AZIONI/BOND SENIOR – La Consob da parte sua ha anche approvato il documento relativo all’Offerta pubblica volontaria parziale di scambio e transazione da massimi 1,5 miliardi di euro rivolta ai possessori di azioni Mps rivenienti dalla conversione forzosa di bond subordinati oggetto dell’operazione di “burden sharing”, rilasciando anche un giudizio di “equivalenza” ai titoli di debito senior che Mps offrirà agli ex bondholder. La pubblicazione del documento (e quindi l’avvio dell’operazione), precisa Consob, non potrà tuttavia avvenire prima che sia stata trasmessa a Consob copia del decreto del ministero dell’Economia e finanze (Mef) circa l’acquisto da parte del Mef medesimo delle azioni oggetto di concambio.

OFFERTA ENTRO 25 NOVEMBRE PENA DECADENZA – Se per qualsiasi ragione ciò non dovesse accadere in tempo utile per avviare l’operazione entro il 25 novembre, la stessa “si intenderà decaduta”. Se invece la documentazione arriverà per tempo, l’offerta dovrebbe partire alle 8.30 del 30 ottobre per terminare alle 16:30 del 17 novembre (con regolamento il 24 novembre). Mps, infine, ha fatto slittare la pubblicazione dei conti trimestrali, in calendario per il 27 ottobre, al prossimo 7 novembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, settore finanziario: cosa fare dopo le trimestrali

Banche, crediti deteriorati: arriva il diktat

Banca Widiba, è tempo di tornare in classe

NEWSLETTER
Iscriviti
X