Ubs/PwC: miliardari in crescita in Asia e Stati Uniti, in Europa la ricchezza si tramanda

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Ottobre 2017 | 13:26

UBS/PWC: AUMENTANO I RICCHI IN TUTTO IL MONDO

– Torna ad accelerare la crescita dei nuovi miliardari in tutto il mondo, secondo quanto emerge dall’ultima edizione del Ubs/PwC Billionaires Report, che segnala come lo scorso anno la ricchezza dei miliardari sia aumentata globalmente del 17% rispetto a fine 2015 (ad un tasso doppio rispetto a quello dell’indice Msci World Index che segnala l’andamento dei listini azionari mondiali), raggiungendo la ragguardevole cifra di 6 mila miliardi di dollari.

L’ASIA ACCELERA, MA GLI USA RESTANO AVANTI

– Il numero di miliardari (1.542 persone in tutto il mondo, che danno lavoro a non meno di 27,7 milioni di individui, 2,8 milioni in più dell’anno precedente) residenti in Asia (637, con un nuovo miliardario creato ogni due giorni in media) supera per la prima volta nella storia quella dei miliardari americani (563 persone in tutto), ma gli Stati Uniti restano il paese dove si concentra la maggiore percentuale della ricchezza mondiale (i miliardari americani possiedono 2,8 triliardi di dollari, contro i 2 triliardi di dollari dei miliardari asiatici).

IN EUROPA DOMINANO ANCORA LE GRANDI FAMIGLIE

– Per quanto riguarda l’Europa, il 2016 ha rappresentato per lo più un anno di “conservazione della ricchezza”: a fine anno c’erano 342 miliardari nel vecchio continente, ma la crescita resta anemica come numero di individui (sono 24 i nuovi miliardari, ma contemporaneamente 21 di quelli che lo erano nel 2015 non lo sono più a fine 2016) e la ricchezza complessiva è aumentata solo del 5% a poco più di 1,3 triliardi di dollari. In compenso il vecchio continente si conferma quello col più alto numero di miliardari da più di una generazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, bond asiatici a rischio inflazione

Investimenti, dalle commodity una spinta agli emergenti

Certificati, da Bnp Paribas una gamma di Turbo Unlimited sulle big tech asiatiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X