Bond sub-sahariani per chi cerca rendimenti elevati

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Novembre 2017 | 08:00

BONDHOLDER ALLA RICERCA DI RENDIMENTI

La ricerca di rendimenti attraenti, resi sempre più rari dalla lunga “età del denaro a costo zero” determinata dalle misure straordinarie messe in campo dalle maggiori banche centrali mondiali dopo la crisi del 2008, ha portato l’Africa alla ribalta nel panorama dei mercati obbligazionari mondiali. Il primo emittente dell’area è stato, già sul finire degli anni Novanta, il Sud Africa, ma nel corso dell’ultimo decennio altri paesi un tempo sconosciuti agli investitori si sono aggiunti.

AFRICA SUB-SAHARIANA ALLA RIBALTA

Rwanda, Ghana, Cameroon e persino la Costa d’Avorio hanno iniziato a emettere bond a lungo termine, con rendimenti che secondo i dati dell’Afmi Bloomberg African Bond Index risultano essere in media pari al 12% lordo annuo, ossia quasi tre volte il rendimento che si può ottenere investendo in bond ricompresi nel paniere del Bloomberg Usd Emerging Market Sovereign Bond Index (che offrono mediamente un rendimento del 4,4% annuo), per non parlare dei rendimenti ottenibili dai titoli di stato e corporate bond di emittenti dei paesi sviluppati.

ATTENTI AL RISCHIO A LUNGO TERMINE

Il maggior rendimento si paga naturalmente con un rischio molto più elevato e una sensibilità al rialzo dei tassi che potrebbe letteralmente “bruciare” negli anni a venire ogni interesse in questo tipo di carta, ove si verificasse un generalizzato rialzo dei tassi sui mercati obbligazionari mondiali più robusto di quanto non prevedano finora gli investitori. E’ dunque opportuno investire con prudenza, monitorando l’andamento dei bond in questione o affidarsi a un gestore professionista.

M&G INVESTMENT CONSIGLIA UN SOVRAPPESO

Al momento tuttavia investitori come M&G Investment sono sufficientemente fiduciosi e continuano a mantenere un sovrappeso in bond sub-sahariani, anche perché, come ha dichiarato a Bloomberg Pierre Chartres, specialista in investimenti a reddito fisso per il mercato retail per M&G Investment, questi titoli sono spesso meno seguiti dagli analisti e possono dunque offrire un rendimento interessante e un vantaggio competitivo rispetto ai bond inseriti nei portafogli degli altri gestori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, decennale Usa atteso sopra il 2%

Fondi, da State Street tre nuovi comparti Sustainable Climate Bond

Mercati, i nuovi bond governativi e corporate della settimana sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X