Wall Street festeggia un anno di Trump alla Casa Bianca

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Novembre 2017 | 14:12

“THE DONALD” HA SPIAZZATO TUTTI

Un anno di Donald Trump alla Casa Bianca, e molte se non tutte le previsioni formulate dagli analisti finanziari si sono rivelate fallaci. Non solo Wall Street non è crollata e la Federal Reserve non ha accelerato il rialzo dei tassi facendo collassare il mercato obbligazionario, ma a guadagnare di più sono stati i titoli di settori come l’high-tech che l’elezione di “the Donald” sembrava mettere a rischio, mentre anche i mercati emergenti, nonostante i toni “aggressivi” utilizzati nelle prime settimane di lavoro dal nuovo inquilino della Casa Bianca, hanno proseguito la loro corsa.

MEGLIO SOLO CLINTON, OBAMA E BUSH SENIOR

Guardando poi all’andamento degli indici di Wall Street nei 12 mesi seguiti alla proclamazione dei risultati delle elezioni presidenziali, Trump ha visto l’S&P500 guadagnare il 21,5%, toccando nuovi record storici. Meglio di lui avevano fatto solo Bill Clinton al secondo mandato (+33,11%), Barack Obama, anche in questo caso al secondo mandato (+24,4%), e George Bush senior (+22,2%). In compenso l’attuale presidente ha ottenuto un gradimento del mercato superiore a quello tributato al secondo mandato di Ronald Reagan (+12,9%), al primo mandato di Bill Clinton (+10,8%) e di Barack Obama (+8,2%) e al secondo di George W. Bush (+6,4%).

GEORGE W. BUSH SUBI’ LO SMACCO PEGGIORE

Non sempre Wall Street ha festeggiato il primo anno di lavoro di un presidente: negli ultimi 40 anni, Jimmy Carter dovette assistere a un calo dell’S&P500 dell’11,4%, il primo mandato di Ronald Reagan vide Wall Street perdere nel primo anno il 3,3% e George W. Bush, al termine del suo primo anno alla Casa Bianca, nel novembre 2001, registrò un crollo di quasi il 22% del mercato di borsa di New York, complice lo scoppio della bolla della “new economy”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank dà il benservito a Trump

Usa, la doppia vittoria dei Democratici rilancia gli indici azionari

Usa: archiviate (o quasi) le elezioni, ora è il momento degli stimoli fiscali

NEWSLETTER
Iscriviti
X