Materie prime: inizio anno col “botto” per il palladio

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Gennaio 2018 | 18:58

Palladio sfiora massimi storici

Inizio d’anno coi fuochi d’artificio per le materie prime e i metalli preziosi in particolare, anche se non nella stessa misura per tutti: mentre l’oro è a 1.319,5 dollari l’oncia, ancora distante circa il 31% dal record storico di 1.921,17 dollari segnato nel 2011, il palladio è a 1.092 dollari l’oncia, vale a dire appena l’1,6% sotto i massimi storici toccati ben 17 anni fa.

Bene anche il platino

Sempre tra i metalli preziosi, l’argento resta sui 17,26 dollari l’oncia contro i 50,35 dollari del record storico del 18 gennaio 1980, sfiorato nuovamente nell’aprile 2011 (quando le quotazioni toccarono quota 49,82 dollari), mentre il platino in queste ore viene scambiato a 1.100,28 dollari, rispetto al picco di 1,492 dollari raggiunto nel 2009.

Petrolio a 62 dollari al barile

L’oro nero, ossia il petrolio, prosegue a sua volta il suo recupero e viene indicato a 62 dollari al barile a New York (67,97 dollari al barile nel caso del Brent scambiato a Londra). Anche in questo caso tuttavia la strada per toccare il record storico di 145,31 dollari al barile del luglio 2008 appare ancora piuttosto lunga.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: attenzione all’oro, affossato dal dollaro nonostante l’inflazione

Investimenti, oro: ecco tutti i rischi da affrontare

Etp, al via il primo strumento che combina Bitcoin e oro

NEWSLETTER
Iscriviti
X