I mercati azionari più interessanti nel 2018

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Gennaio 2018 | 13:43

Quali sono le aree più interessanti per l’azionario

“Le aree in cui individuiamo le maggiori opportunità sul fronte azionario sono il Giappone, che prediligiamo, l’Europa e l’Asia emergente”. Così Maya Bhandari, gestore di portafoglio di Columbia Threadneedle Investments, le cui strategie di asset allocation presentano una sovraesposizione alle azioni giapponesi sin dall’estate del 2013, un periodo caratterizzato (solo per questo paese) da buone performance e da un calo delle valutazioni relative a fronte di ottimi risultati in termini di utili.

Il mercato preferito resta il Giappone

Nonostante un eccezionale rendimento totale (l’indice Nikkei225 ha guadagnato oltre il 23% negli ultimi 12 mesi, ndr), le azioni giapponesi “continuano a quotare a sconto rispetto agli indici azionari globali” sottolinea il gestore, che aggiunge “il Giappone è il paese in cui ci aspettiamo di osservare i rendimenti azionari corretti per il rischio più elevati nel 2018”.

Un mix di fattori alla base della preferenza

Questo grazie a un mix di fattori positivi, come l’accelerazione degli utili societari bottom up, i segnali che la riforma delle imprese in atto accrescerà il rendimento per gli azionisti, aspettative economiche solide, le previsioni della società di gestione sistematicamente più favorevoli rispetto a stime di consenso (peraltro in miglioramento), il calo del rischio politico e l’elevata leva operativa delle imprese nipponiche, in relazione al miglioramento generalizzato della congiuntura mondiale.

Columbia Threadneedle positiva anche su Europa e Asia emergente

Come il Giappone, secondo Bhandari anche l’Europa beneficia della leva operativa elevata nell’attuale contesto di ripresa globale. “I margini hanno il potenziale per aumentare rapidamente da livelli ancora bassi, mentre gli utili continuano a registrare un ottimo andamento sulla scia di aspettative incoraggianti”. Infine, i mercati emergenti asiatici offrono valutazioni interessanti, un forte potenziale di crescita degli utili e rischi più favorevoli rispetto a 18 mesi fa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Borse in bilico tra bolle e proseguimento della crescita

Asset allocation, Francia: i possibili effetti sui mercati del voto di aprile

Mercati: il punto tecnico settimanale su indici, valute e commodity

NEWSLETTER
Iscriviti
X