Goldman Sachs: i Bitcoin possono avere successo come moneta?

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Gennaio 2018 | 12:43

Soluzione in cerca di un problema

Goldman Sachs torna sul tema dei Bitcoin e della possibilità che abbiano successo come forma di moneta, rilevando come le monete storicamente hanno successo quando servono a facilitare transazioni e a diversificare portafogli. “Dal punto di vista di un moderno osservatore americano, le criptovalute sembrano una soluzione in cerca di un problema” visto che il dollaro serve a entrambe le funzioni “piuttosto bene”.

Governi possono porre limiti alle monete

Lo stesso, notano gli esperti della banca americana, “non si può dire per molti altri tipi di moneta” che in alcuni paesi e in alcuni periodi storici hanno circolato accanto le une accanto alle altre. Inoltre i governi possono imporre restrizioni all’utilizzo di moneta nazionale o estera entro i propri confini, circostanza che porta a interrogarsi se possano essere utili forme di moneta alternativa, possibilmente digitale.

Ostacoli rilevanti a maggiore diffusione criptovalute

Al momento la domanda per criptovalute viene da regioni contraddistinte da instabilità monetaria e/o controlli sui capitali. Ma anche dalla speculazione al dettaglio. Nella sostanza i Bitcoin e le altre criptovalute incontrano ostacoli rilevanti a una maggiore diffusione, inclusi una potenziale regolamentazione da parte dei governi e una eccessiva volatilità. Ma alla fine i Bitcoin potrebbero avere successo come moneta?

Bitcoin avranno successo come moneta?

La risposta, pragmatica, è: in teoria sì, se si dimostreranno in grado di facilitare transazioni a basso costo o forniranno migliori ritorni ponderati per il rischio. In pratica tuttavia, concludono gli analisti, “la barra è troppo alta”: le valute di molti mercati sviluppati forniscono già questi servizi monetari abbastanza bene e se la tecnologia blockchain diverrà “mainstream”, come sembra probabile, la barra potrebbe essere spostata ancora più in alto. “Ciò detto – concludono gli esperti – i Bitcoin (e le criptovalute in genere) possono offrire una valida alternativa in paesi e angoli del sistema finanziario dove i servizi tradizionali della moneta sono offerti in modo inadeguato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Morgan Stanley pronto a lanciare un nuovo fondo sul Bitcoin

Bitcoin: per John Bollinger il target è tra 48.000 e 50.000 dollari

Mercati, Tesla tornerà ad accettare pagamenti in Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X