Netflix: numeri record fanno volare il titolo a Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Gennaio 2018 | 09:45

Netflix, la trimestrale fa scattare acquisti

Se il 2017 ha visto Wall Street “azzannata” dai Fang (Facebook, Amazon, Netflix e Google), anche il 2018 sembra partire sotto i migliori auspici per i grandi nomi dell’high-tech a stelle e strisce. Ieri ad esempio Netflix, il colosso della televisione in streaming, ha diffuso i risultati del quarto trimestre del 2017, chiuso con ricavi in rialzo del 32,6% a 3,29 miliardi di dollari.

Battute le attese degli analisti

Nel periodo ottobre-dicembre l’utile netto di Netflix è più che raddoppiato rispetto a un anno prima, toccando quota 185,5 milioni. Il gruppo ha inoltre segnato un nuovo record in fatto di abbonati, incrementandoli di 8,33 milioni di abbonati in più (nuovo record trimestrale e ben oltre i 5,1 milioni attesi dagli analisti), di cui 6,36 milioni sui mercati internazionali.

Netflix capitalizza oltre 103 miliardi

Grazie a questi numeri Netflix ha poi chiuso la seduta in rialzo del 9,98% a 250,29 dollari per azione, nuovo record storico che porta la capitalizzazione di borsa del gruppo a superare i 103,8 miliardi di dollari. A sua volta l’indice Nasdasq ha chiuso in rialzo dello 0,71%, segnando un nuovo massimo storico a 23.920 punti (mentre la seduta si è chiusa su toni più modesti sia per l’indice S&P500 sia per il Dow Jones).

Crescono anche le spese di lobbying

In attesa di vedere se la corsa dei titoli high-tech proseguirà per tutto l’anno, quello che appare certo è che i grandi gruppi Usa continuano a investire milioni di dollari in attività di lobbying per cercare di evitare modifiche normative ai loro danni. Secondo quanto riporta Bloomberg, Alphabet (la holding che controlla Google) lo scorso anno ha speso oltre 18 milioni di dollari in tale attività, superando nell’ordine Facebook (oltre 11,5 milioni di dollari spesi) e Amazon (quasi 13 milioni). Basteranno per prolungare il periodo d’oro dei Fang?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Perché rimaniamo sul treno in corsa (dei mercati azionari)

La strada verso la ripresa sarà più accidentata del previsto

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X