Mutuo, Centrale Rischi e segnalazioni

A
A
A
di Redazione 29 Gennaio 2018 | 09:36

Contenuto tratto da www.bluerating.com

Domanda: Ho assistito un cliente in una trattativa su un mutuo, conclusasi con un accordo a saldo e stralcio. Ho chiesto alla banca se fosse possibile cancellare dalla Centrale Rischi la segnalazione del credito residuo cui ha rinunciato, ma la risposta è stata negativa.
Posso ottenere ugualmente la cancellazione e come?
R. G., Parma

Risposta: Non è possibile. Le segnalazioni alla Centrale Rischi della Banca d’Italia, vengono effettuate dai soli intermediari aderenti. Soprattutto la banca è in questo caso tenuta ad attenersi strettamente alle rigorose istruzioni impartite dalla Circolare 139 dell’11 febbraio 1991 e dei suoi successivi aggiornamenti. Questa prevede che il periodo interrogabile da parte degli intermediari tramite il servizio di “prima informazione” si estende,per le famiglie consumatrici, fino a ventiquattro rilevazioni, ma può estendersi a trentasei rilevazioni per esempio quando in capo al soggetto richiesto nell’anno precedente all’ultimo biennio sia stato segnalato il passaggio a perdita di parte o dell’intero credito appostato a sofferenza, che è appunto il caso indicato dal lettore. Il credito è prima stato interamente apportato a sofferenza e poi una parte di esso, a seguito dell’accordo, è stato iscritto come perdita definitiva. Per entrambe le poste pertanto le trentasei rilevazioni iniziano a decorrere dal mese in cui l’accordo è stato raggiunto e saranno appunto rinnovate per trentasei mesi, quando cesseranno di risultare nella Centrale Rischi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consob e Bankitalia: attenzione alle cripto

Patrimoniale, luce verde da Bankitalia

Italiani, milioni di conti correnti ma con piccole somme

NEWSLETTER
Iscriviti
X