Liquidità in uscita dalle borse, si parcheggia in oro e titoli di stato

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Febbraio 2018 | 08:00

Borse in calo, liquidità verso beni rifugio

Il calo delle borse si accentua e l’oro sembra ritrovare il suo ruolo di bene rifugio, così come i titoli di stato su cui tornano a calare i rendimenti. L’indice Eurostoxx50 perde a metà giornata l’1,2% e vede così il suo rendimento da inizio anno tornare negativo dell’1,8%, mentre a Tokyo il Nikkei225 ha chiuso la giornata in calo del 2,55% dopo che venerdì Wall Street aveva visto il Dow Jones chiudere a -2,54% e l’S&P500 cedere il 2,12%.

Oro in ripresa, sfiora i 1.339 dollari

L’oro al momento oscilla a 1.338,9 dollari l’oncia, riavvicinandosi ai 1.347,9 dollari l’oncia toccati il primo febbraio scorso che hanno rappresentato il massimo degli ultimi 12 mesi, su livelli che non si vedevano dal settembre 2016. Anche così il metallo biondo resta distante dagli oltre 1.667 dollari l’oncia a cui oscillava cinque anni or sono.

Recuperano anche Bund e Btp

Quanto ai titoli di stato, il Bund decennale guida vede il rendimento ridiscendere sullo 0,72%, 4 punti base meno della chiusura di venerdì scorso, mentre il Btp guida italiano paga oggi il 2,0%, 3 centesimi meno della vigilia. In recupero di 2 centesimi anche il Bonos spagnolo (che rende l’1,44%), mentre si muovono in controtendenza i decennali del Portogallo (il cui rendimento rimane stabile sull’1,99%) e della Grecia (che invece risale sul 3,68%, 6 centesimi più di venerdì).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, decennale Usa atteso sopra il 2%

Fondi, da State Street tre nuovi comparti Sustainable Climate Bond

Mercati, i nuovi bond governativi e corporate della settimana sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X