Trump promette 200 miliardi di dollari per le infrastrutture, Wall Street sale

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Febbraio 2018 | 09:27

Trump promette 200 miliardi per le infrastrutture

Ieri sera il presidente americano Donald Trump presentando il budget 2018 ha sottolineato la presenza al suo interno di un piano per rinnovare le infrastrutture degli Stati Uniti, come più volte promesso in campagna elettorale. Il piano prevede una spesa di 200 miliardi di dollari che dovrebbero essere in grado di stimolare 1.500 miliardi di investimenti nei prossimi dieci anni.

Tagli alla sanità per finanziare spese militari e muro col Messico

In compenso il budget presentato ieri da Trump si propone di tagliare di 236 miliardi di dollari nei prossimi 10 anni la spesa sanitaria di Medicare, mentre aumenta le spese militari e cerca di finanziare il discusso muro al confine col Messico. Come segnala l’agenzia Reuters i tagli difficilmente si tradurranno in realtà, dovendo passare per una ratifica del Congresso che raramente viene concessa, ma il documento programmatico segnala le priorità della Casa Bianca per l’anno a venire.

Wall Street chiude in rialzo, Europa incerta

La reazione di Wall Street alla fine è stata positiva, col Dow Jones in rialzo dell’1,7%, l’S&P500 a +1,39% e il Nasdaq in guadagno dell’1,56%, mentre sono più contrastanti le reazioni in Asia (dove l’indice Nikkei225 di Tokyo ha chiuso in calo dello 0,65% mentre Hong Kong sta chiudendo in rialzo dell’1,25%) e in Europa, con Londra e Parigi che oscillano appena sotto i livelli di ieri, Francoforte sostanzialmente invariato e Milano che vede l’indice Ftse Mib in calo dello 0,19% dopo i primi scambi.

Occhio alle aste di Btp a medio-lungo termine

Oltre al mercato azionario, oggi in Italia c’è da tenere d’occhio anche il mercato a reddito fisso, col Tesoro italiano che ha in calendario in mattinata aste di Btp a 3, 7 e 30 anni per un importo complessivo di 7,75 miliardi di euro. Al momento il Btp decennale guida vede il rendimento oscillare sul 2,03%, con uno spread pari all’1,289% rispetto al Bund tedesco, il frazionale ampliamento. Più del decennale italiano continua a pagare, tra i paesi dell’euro, solo il titolo portoghese, che stamane offre un rendimento del 2,07%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, ecco perchè i Btp sono irresistibili

Bot People, la disfatta della superstar degli anni ’90

Investimenti, Btp e Bund: prospettive tra aumento dello spread e rendimenti in salita

NEWSLETTER
Iscriviti
X