Catella chiude la raccolta di Coima Opportunity Fund II

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Febbraio 2018 | 13:07

Conclusa la raccolta di Coima Opportunity Fund II

Il mattone continua a interessare agli investitori istituzionali, anche in Italia: Coima Sgr, società guidata da Manfredi Catella leader nella gestione patrimoniale di fondi di investimento immobiliare per conto di investitori istituzionali italiani e internazionali, ha annunciato di aver completato la raccolta per il fondo Coima Opportunity Fund II raggiungendo il target fissato a 500 milioni di euro, oltre al coinvestimento e all’opzione di incremento delle sottoscrizioni già perfezionate, che portano la raccolta complessiva ad oltre 650 milioni.

Capacità di investimento oltre gli 1,5 miliardi

La capacità di investimento del fondo, includendo la leva finanziaria, è peraltro superiore a 1,5 miliardi di euro. Inoltre i “cornerstone investors” (ossia gli investitori principali con sottoscrizioni di almeno 150 milioni l’una) e Coima Res, quotata sul listino di Milano dove stamane si conferma sugli 8,36 euro per azione per una capitalizzazione di oltre 300 milioni di euro, hanno diritto a coinvestire, ove proposto da Coima Sgr, potendo così incrementare ulteriormente la capacità di investimento del fondo.

Il 90% degli investitori è internazionale

In particolare Coima Res potrà coinvestire congiuntamente coi cornerstone investor del fondo, così da incrementare la propria esposizione su progetti di sviluppo, ampliando potenzialmente il profilo di rendimento per i propri azionisti. Il fondo Coima Opportunity Fund II rappresenta il maggior veicolo di investimento immobiliare discrezionale raccolto sino ad ora in Italia, con la presenza di primari investitori internazionali, asiatici e nord americani per oltre il 90% del fondo, con la parte rimanente rappresentata da principali investitori istituzionali italiani e dalla stessa Coima Sgr. Il nuovo fondo segue il completamento degli investimenti per il precedente fondo Coima Opportunity Fund I, con un rendimento netto (IRR) atteso per gli investitori superiore al 12%.

Si punta a progetti di sviluppo del settore terziario

Il programma del nuovo fondo prevede investimenti sul territorio italiano dedicati alla riqualificazione di edifici esistenti e a operazioni di sviluppo, con l’obiettivo di colmare il gap tra domanda e offerta, nelle diverse destinazioni d’uso e in particolare nel prodotto per il settore terziario. Nell’ambito dell’implementazione del programma di investimento, precisa una nota, il fondo Coima Opportunity Fund II potrà considerare investimenti diretti e indiretti in programmi di rigenerazione pluriennale anche con riferimento a portafogli di immobili, potendo consolidare ed espandere il ruolo di partner strategico per il settore bancario, assicurativo, industriale e pubblico.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Coima Res tenta un rimbalzo dalla media mobile. I prossimi target

Coima Res prossima al completamento di un movimento a “V”

Colpo di reni per Coima Res a Piazza Affari. I prossimi obiettivi

NEWSLETTER
Iscriviti
X