Per i mercati una grande coalizione sarebbe meglio di un ritorno al voto

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Marzo 2018 | 09:58

Ubs: o coalizione o ritorno alle urna

Se i risultati definitivi saranno quelli che preannunciano i numeri finora pervenuti, nessuna coalizione ha una maggioranza in parlamento in Italia, cosa che secondo gli analisti di Ubs “prepara la strada per una grande coalizione o per un ritorno alle urna”, con M5s (circa 30,8% dei voti alle 6.30 stamane) e Lega (circa 18,5%) ben oltre le attese a spese di Pd (circa 19,8%) e Forza Italia (circa 14%).

Mercati preferirebbero grande coalizione

“Ci attendiamo consultazioni prolungate dopo queste elezioni, che potrebbero portare ad una maggiore volatilità sugli asset italiani. Una grande coalizione sarebbe ben accolta dai mercati, perché potrebbe portare a una stabilità politica e disciplina finanziaria. Ripetere le elezioni prolungherebbe l’incertezza e peserebbe ulteriormente sugli asset italiani” notano gli esperti svizzeri.

Azionario sembra più a rischio dei bond

Secondo gli uomini di Ubs, inoltre, il mercato azionario italiano non aveva finora prezzato l’incertezza politica (ed è quindi a rischio di una correzione, ndr) mentre “gli attuali rendimenti sui titoli di stato suggeriscono che essi abbiano già incorporato qualche rischio politico”, cosa che suggerisce che il calo delle quotazioni di questi ultimi potrebbe essere relativamente contenuto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Standish (BNY Mellon AMNA): elezioni italiane, non emerge nulla di nuovo

Post elezioni: Mediaset affonda in borsa, in rialzo spread Btp-Bund

Elezioni politiche 2018: i veri numeri dell’Italia che va al voto

NEWSLETTER
Iscriviti
X