Borse: i dazi di Trump scateneranno la “tempesta perfetta”?

A
A
A
di Luca Spoldi 7 Marzo 2018 | 13:42

Spirano venti di guerra commerciale

I rischi di guerra commerciale si moltiplicano, dopo le dimissioni di Gary Cohn, finora primo consigliere economico della Casa Bianca. Dimissioni che sarebbero scattate a seguito della decisione del presidente Donald Trump di imporre comunque dazi doganali alle importazioni di acciaio e alluminio, nonostante il parere contrario di Cohn il cui posto potrebbe ora essere preso dal consigliere al commercio, Peter Navarro, considerato favorevole al protezionismo di Trump.

La Ue mette in guardia Trump

In questo clima, dalla Ue giunge un “avvertimento” a Trump che l’imposizione di dazi doganali susciterebbe una “ferma risposta” europea e metterebbe a rischio “le relazioni transatlantiche ma potenzialmente anche il sistema globale basato sulle regole di scambio”, secondo quanto dichiarato da Cecilia Malmstrom, Commissario Ue al commercio. In particolare la Ue starebbe già valutando tariffe “di rappresaglia” su circa 2,8 miliardi di euro di importazioni, dalle motociclette Harley Davidson ai jeans Levi Strauss, sino ad alcune marche di whiskey.

In arrivo una “tempesta perfetta”?

Oltre a colpire singoli prodotti-icona a stelle e strisce, la Ue potrebbe imporre una tariffa del 25% su prodotti come barre d’acciaio, barche a motore, t-shirt e succo d’arancia provenienti dagli States. I dazi di Trump e le risposte che proverranno dall’Europa ma anche dall’Asia e dall’America Latina scateneranno la “tempesta perfetta” sui mercati?

Per ora prevale la prudenza

E’ ancora presto per dirlo, ma già stamane i mercati finanziari del vecchio continente tornano a farsi prudenti e se Londra a metà giornata oscilla a +0,13%, Parigi resta a -0,04%, Francoforte guadagna lo 0,47% (essendo la Germania il paese europeo maggiormente esposto a eventuali dazi doganali Usa), Madrid rimane a +0,08% e Milano recupera lo 0,36%. Ma altri listini come quello di Mosca pagano uno scotto più pesante cedendo oltre un punto percentuale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Deutsche Bank dà il benservito a Trump

Usa, la doppia vittoria dei Democratici rilancia gli indici azionari

Usa: archiviate (o quasi) le elezioni, ora è il momento degli stimoli fiscali

NEWSLETTER
Iscriviti
X