Bitcoin in crisi, la Sec chiede alle piattaforme di trading online di registrarsi

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Marzo 2018 | 13:35

Sec: chi fa trading online di Bitcoin si registri

Secondo la Sec (la commissione di controllo dei mercati finanziari negli Usa) le piattaforme che fanno trading online su asset digitali assimilabili a strumenti finanziari dovranno registrarsi presso la Sec. “Se una piattaforma offre trading di asset digitali che sono strumenti finanziari (“securities”, ndr), operando come piattaforma di scambio sulla base di quanto statuito dalle leggi federali sugli strumenti finanziari, allora deve registrarsi presso la Sec come piattaforma nazionale di strumenti finanziari o essere esentata dalla registrazione” ha precisato una nota della commissione pubblicata ieri.

Troppi fingono di essere ciò che non sono

La nota precisa anche che lo staff della Sec “teme che molte piattaforme di trading online appaiano agli occhi degli investitori come mercati registrati presso la Sec e regolamentati, quando invece non lo sono”. Molte piattaforme si definiscono infatti “exchanges”, dando agli investitori “l’impressione sbagliata che siano regolamentate o che aderiscano agli standard normativi di una piattaforma nazionale di scambio titoli”, cosa che invece finora non è avvenuta.

Quotazioni dei Bitcoin calano a 9.500 dollari

Dopo la nota, che sembra promettere una “stretta” della Sec su tali piattaforme, le quotazioni dei Bitcoin sono rapidamente calate passando da oltre 10.600 a meno di 9.500 dollari, prima di risalire agli attuali 9.433,36 dollari. Rispetto al record storico registrato lo scorso 17 dicembre a quota 19.661,63 dollari i Bitcoin hanno già perso il 52%, principalmente a causa dell’aumentata probabilità che le principali autorità di vigilanza adottino controlli e norme sul settore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Tesla tornerà ad accettare pagamenti in Bitcoin

Bitcoin valuta legale: i dubbi dell’Fmi sulla decisione di El Salvador

Generali dice no ai Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X