Banche: la Bce pare intenzionata a terminare il QE a fine anno

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Marzo 2018 | 11:13

Bce proseguirà QE fino a fine anno

Secondo indiscrezioni di mercato rilanciate dall’agenzia Bloomberg, la Banca centrale europea in base ai calcoli del proprio staff “sul futuro percorso della politica monetaria” prevede che gli acquisti di bond sul mercato ammonteranno a 30 miliardi di euro nell’intero quarto trimestre del 2018. L’indiscrezione riporta sotto i riflettori il settore delle banche, con qualche ordine d’acquisto per quelle italiane.

Ritmo ridotto a 10 miliardi al mese

Se fosse vero significherebbe che la Bce ridurrà gli acquisti mensili di bond che effettua nell’ambito del programma di Quantitative easing dagli attuali 30 miliardi di euro al mese, a soli 10 miliardi di euro al mese, a partire dal mese di ottobre fino a dicembre. A quel punto con ogni probabilità il programma terminerebbe.

Dal 2019 stop agli acquisti

La voce stamane riporta ordini d’acquisto sui titoli delle banche italiane, perché con la fine del QE europeo dovrebbe terminare anche l’era del denaro a costo zero e si dovrebbe assistere a un graduale rialzo dei tassi, cosa che gioca a favore di un recupero della redditività, finora depressa, degli istituti di credito tricolori.

Carige e Creval corrono, bene anche Ubi Banca

Tra i titoli delle banche quotati a Milano chi beneficia maggiormente dell’indiscrezione è finora Ubi Banca, in rialzo dello 0,7% circa, mentre Credem segna +0,28%, Intesa Sanpaolo +0,26% e Banco Bpm +0,20%. Variazioni minime per gli altri titoli maggiori, mentre tra le mid e small cap Banca Carige sale del 3,4% tornando sopra gli 0,9 centesimi per azione e il Creval continua a correre dopo l’esito positivo dell’aumento di capitale segnando un ulteriore guadagno del 2,4% a 11,05 centesimi per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti e venditori, il peccato originale

Deutsche Bank, un ex Mediolanum e Aletti per il private

Conti correnti: ecco quanto costano e quanto sono soddisfatti i clienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X