Elliott Management ha trovato una nuova preda, Withbread

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Aprile 2018 | 11:40

Elliott fa rotta su Whitbread

Mentre è impegnato in una battaglia per arrivare ad un ribaltone in seno a Telecom Italia ai danni di Vivendi che favorisca lo scorporo della rete d’accesso e rilanci gli investimenti e la valorizzazione degli asset rimanenti, Paul Singer, gestore attivista a cui fa capo il fondo hedge Elliot Management, ha puntato un altro obiettivo: Whitbread, gruppo britannico cui fanno capo tra le altre attività la catena di caffetteria Costa Coffee e gli alberghi Premier Inn.

Prima di Singer si era mosso Sachem Head

Elliott Management, come da usuale tattica, ha appena rivelato di aver assunto una partecipazione attorno al 6%, che basta a rendere Singer il maggior azionista singolo della public company inglese. Prima di Singer si era già mosso, lo scorso anno, un altro fondo attivista, Sachem Head, entrato con una quota del 3,4% e da alcune settimane al centro di voci che lo vogliono impegnato nel tentativo di arrivare ad uno “spezzatino” di Whitbread per liberare valore per i suoi azionisti.

Titolo in impennata alla City di Londra

Una battaglia che potrebbe coinvolgere anche Singer, che per il momento non ha dichiarato ufficialmente ancora cosa ha intenzione di fare ma che per la stampa britannica avrebbe già inviato al management di Whitbread un piano per separare le attività di Costa Coffee da quelle di Premier Inn. Così a Londra i titoli Whitbread salgono del 6,33% dopo aver aperto la giornata in rialzo dell’8,6%, il massimo rialzo intraday dal 2009 a oggi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banco Bpm, entro novembre cessione Npl

Mediobanca finisce nel mirino di Elliott (ma obiettivo vero è Generali)

Telecom Italia, conto alla rovescia per lo scontro finale Vivendi-Elliott

NEWSLETTER
Iscriviti
X