Mediobanca archivia una trimestrale positiva

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Maggio 2018 | 10:51

Buoni numeri anche per Mediobanca

Inizio 2018 positivo anche per Mediobanca, che vede nei primi 9 mesi dell’esercizio 2017-2918 (destinato a chiudersi il 30 giugno) un utile netto di 682 milioni di euro, in crescita dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, a fronte di ricavi per 1,8 miliardi (+9%). In crescita anche il risultato operativo, a 813,3 milioni (+18,6%), grazie anche a plusvalenze nette per 95,9 milioni, legate in gran parte alla cessione di Atlantia.

Corrono le commissioni anche nel 2018

Dal punto di vista patrimoniale il CeT1 di Piazzetta Cuccia aumenta dal 12,9% al 13,9%, mentre il Total capital ratio è passato dal 16,2% al 17,3% e il Rote è salito al 10%. Sia per i ricavi sia per gli utili, i 9 mesi appena archiviati segnano un nuovo record per Mediobanca: scorporando i dati dei soli primi tre mesi del 2018 si nota un utile netto di 206 milioni di euro, legato a solide commissioni e al minore costo del rischio.

Analisti positivi, ma il titolo non fa scintille

Nel complesso i risultati appaiono positivi ed in linea o leggermente superiori alle migliori attese degli analisti. Ciò nonostante per ora il titolo a Piazza Affari reagisce in modo contenuto, segnando un rialzo dello 0,55% a poco più di 9,92 euro per azione a metà mattinata, non abbastanza da compensare del tutto il calo che nelle ultime 5 sedute di borsa era pari, alla chiusura di ieri, all’1,45%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca, le remunerazioni ai piani alti

Generali-Mediobanca, cda: il dramma della successione

Mediobanca, in trincea entra anche Monge

NEWSLETTER
Iscriviti
X